Superbad, Jonah Hill tornerebbe per un sequel: "ma solo ad una condizione"

Superbad, Jonah Hill tornerebbe per un sequel: 'ma solo ad una condizione'
di

Superbad è una delle commedie più amate del cinema e i fan chiedono a gran voce nuove avventure con Jonah Hill e Michael Cera protagonisti. Tuttavia Hill non sembra dello stesso avviso, in una recente intervista con W Magazine ha rivelato che sarebbe pronto per un Superbad 2 ad una sola, specifica, condizione.

Tra i crediti recenti di Hill troviamo il film Netflix Don't Look Up, l'attore è anche stato nominato agli Oscar nella categoria miglior attore non protagonista per i film L'arte di vincere e The Wolf of Wall Street.

Ma il ruolo che lo ha fatto conoscere al grande pubblico è senza dubbio quello di Seth in Superbad nel 2007, Hill ha rivelato che girerebbe un sequel solo ad ottant’anni: "Non ho presentato l'idea a nessuno studio", ha detto. “Ma voglio fare 'Superbad 2' quando avremo 80 anni. I nostri coniugi muoiono e siamo di nuovo single. Questo è ciò che voglio che sia Superbad 2, ed è l'unico modo in cui lo farei".

Il film originale, dal titolo italiano Suxbad - Tre menti sopra il pelo vedeva i personaggi di Cera e Hill nei panni di due goffi liceali che cercano di impressionare un paio di ragazze portando alcol a una festa in casa, con tutti i disastri che ne conseguono.

Anche Christopher Mintz-Plasse, interprete di Fogell, ha parlato con 98.1 WOGL dell'idea di un sequel: "Ho sentito alcune delle persone che hanno realizzato il primo e non credo che vogliano toccarlo", ha spiegato. "Penso che a loro piaccia la posizione in cui si trova. E, a volte, se fai un sequel, puoi in qualche modo smorzare il primo film."

Anche il co-sceneggiatore Seth Rogen, che ha recitato nel film nei panni di un poliziotto amante del divertimento, ha espresso la sua opinione in un'intervista con LADBible su un potenziale sequel nel 2020.

"Onestamente, non penso che richieda miglioramenti o altro", ha detto Rogen. "Ne sono incredibilmente orgoglioso, la gente lo guarda ancora, i ragazzi delle scuole superiori si avvicinano a me dicendomi che l'hanno guardato per la prima volta e che l'hanno amato. Si è fatto strada per essere visto come uno dei migliori film dei tempi del liceo che ci siano. Sono così terrorizzato dall'idea di rovinarlo in qualsiasi modo con un sequel o uno spinoff pessimo, che non lo farei mai."

Probabilmente i fan dovranno mettersi il cuore in pace, non sembra che un sequel sia in programma al momento. Vi lasciamo con la nostra recensione di Don't Look Up, presto vedremo Hill nel film di Scorsese incentrato sui Grateful Dead.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
3