Suicide Squad: Will Smith spiega perché lo ha scelto invece di Independence Day

di

Recentemente intervistato, Will Smith ha raccontato del perché avendo i due script alla mano ha scelto di partecipare a Suicide Squad invece di Independence Day.

L'attore ha raccontato di essere stato entusiasta dello script di Independence Day: Resurgence, e del progetto del sequel di uno dei film cult che hanno contribuito a consacrarlo nell'immaginario collettivo. Quando Roland Emmerich ha iniziato a lavorare al progetto infatti Will Smith era presente ed entusiasta di partecipare riprendendo il ruolo di Steven Hiller. È stato solo dopo aver girato Men in Black 3 nel 2012 e After Earth nel 2013 che ha deciso di non proseguire la sua avventura.

Entrambi i film sono stati un flop al box office e, a detta di Smith, delle esperienze poco piacevoli. Quando quindi si è presentata l'occasione di poter interpretare Deadshot in Suicide Squad ha preferito portare la sua carriera in un'altra direzione. "Avevo le due sceneggiature di fronte a me, quella di Independence day 2 e quella di Suicide Squad: dovevo scegliere per forza una delle due", ha raccontato l'attore a Entertainment Weekly. "La scelta per me non era semplice, non conoscevo la qualità di Suicide Squad, ma si trattava comunque di fare un passo avanti rispetto al fare un passo indietro a qualcosa che conoscevo già. Io voglio davvero andare molto avanti, fare nuove cose, creare nuovi personaggi".

La scelta si è quindi spostata verso il film di David Ayer e per quanto riguarda Independence Day si è deciso di uccidere il personaggio di Steven Hiller, per evitare di doverne giustificare l'assenza.

Quanto è interessante?
0