Suicide Squad: il regista David Ayer ringrazia per le critiche alla sua Harley Quinn

Suicide Squad: il regista David Ayer ringrazia per le critiche alla sua Harley Quinn
di

Non tutti hanno apprezzato Suicide Squad e, nonostante il regista abbia cercato di prendere le distanze dalle critiche alla sua Harley Quinn affermando che il suo unico scopo era l'intrattenimento, un fan gli ha fatto notare una certa incongruenza in tutto questo.

In una discussione su Twitter David Ayer si era giustificato scrivendo: "Ho reso Harley il più possibile fedele ai fumetti. Ma tutto ha connotazioni politiche di questi tempi. Tutto. Io voglio solo intrattenere. Farò meglio in futuro".

Lo spettatore gli ha però risposto con: "Un personaggio femminile in una relazione violenta è già di per sé qualcosa di politico, amico mio. Il modo in cui la telecamera la riprendeva era politico. Il modo in cui l'hai usata era politico. L'hai trattata come un oggetto ed è comunque riuscita a riemergere. Anche questo era politico".

I fan lamentavano in particolare il fatto che la rappresentazione di Harley in Suicide Squad fosse stata troppo piatta, soprattutto rispetto a Birds of Prey, nel quale a detta di molti appare come un personaggio più indipendente e profondo. Ad ogni modo Ayer ha voluto ringraziare lo spettatore in questione per le critiche retwittando la risposta e aggiungendo: "Sto retwittando perché è davvero stato scritto con premura. Grazie per il post. Sto crescendo ed imparando in un mondo in continuo cambiamento".

Intanto abbiamo potuto dare un'altra occhiata al Joker di Jared Leto in un'immagine tratta da una scena tagliata dal film.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
5