Uno strano caso: quando Robert Downey Jr. non era una carta vincente per gli studios

Uno strano caso: quando Robert Downey Jr. non era una carta vincente per gli studios
di

Questa sera su Paramount Channel andrà in onda la commedia anni '80 Uno strano caso, che vedeva protagonista sul grande schermo la coppia composta da Cybill Shepherd e Robert Downey Jr. in un epoca in quest'ultimo faticava parecchio a raggiungere risultati al box-office in quello che fu il periodo peggiore della sua vita e carriera.

Mandata in rotazione spesso nella programmazione televisiva degli anni '90 ma anche in tempi recenti, Uno strano caso è una commedia leggera che tratta il tema della reincarnazione e del soprannaturale correlato a delle morti improvvise e inaspettate, lanciate soprattutto dal successo del film cult Il paradiso può attendere di Warren Beatty alla fine degli anni '70. All'epoca, contrariamente a quanto si può immaginare oggi, Robert Downey Jr. non era certo una scelta vincente per la riuscita al box-office di una pellicola e tra l'altro proprio alla fine degli anni '80 e l'inizio dei '90 l'attore stava affrontando seri problemi di dipendenza dalle droghe che lo rendevano un soggetto problematico sul set.

Uno strano caso infatti si rivelò un pesantissimo flop al botteghino, dove riuscì a incassare solamente 16 milioni di dollari, praticamente le spese del budget (escluse quelle per la promozione e il marketing). Il film fu in pratica l'inizio di un primo periodo di declino per la star anche se qualche anno dopo comparve nel biopic su Charlie Chaplin candidato a numerosi Oscar, rivelatosi però anche quello un pesantissimo flop commerciale. Nel corso degli anni '90 Downey Jr. fu arrestato più volte e questo portò al suo ricovero in cliniche di recupero per disintossicarsi dalle droghe.

L'attore afferma di essere "pulito" dal 2003 e non è un caso che pochi anni dopo la sua carriera sarebbe decollata nuovamente e nel 2008 sarebbe esplosa in maniera definitiva con Iron Man, suo esordio nel Marvel Cinematic Universe nei panni di Tony Stark, personaggio cui avrebbe detto addio solo 11 anni più tardi nel successo mondiale senza precedenti di Avengers: Endgame.

Su queste pagine potete leggere la recensione di Dolittle, ultimo film di Downey Jr a uscire al cinema. Downey Jr è in trattative per il film di Nolan in preparazione sulla figura di Oppenheimer, padre della bomba atomica.

Quanto è interessante?
5