Stephen King: qual è la più grande differenza tra il libro di Shining e il film?

Stephen King: qual è la più grande differenza tra il libro di Shining e il film?
di

Usciva nel 1980 il meraviglioso Shining di Stanley Kubrick, omonimo adattamento cinematografico del romanzo di Stephen King, anche se in verità si dovrebbe parlare molto più correttamente d'ispirazione che di diretta trasposizione, dato che le differenze tra libro e lungometraggio sono molte ed evidenti.

Ma qual è in linea di massima LA differenza più importante, quella sostanziale, tra l'opera de Maestro dell'Orrore e quella di uno dei più grandi autori della Settima Arte?

Molti di voi lo sapranno sicuramente di già, ma per i non informati o neofiti della querelle romanzo-film, la divergenza contenutistica più evidente e soprattutto importante è relativa al finale delle due opere, completamente diverso nel passaggio dalla carta al grande schermo per volere diretto di Kubrick.

Nel libro, infatti, Jack Torrence deve periodicamente e puntualmente regolare la caldaia nel seminterrato dello spettrale Overlook Hotel affinché non esploda, che è poi quello che accade per la precisione negli ultimi capitoli del romanzo, quando Jack perde il controllo e non si interessa più dei lavori manuali dell'edificio. Questi sono stati poi rivisitati infatti al cinema dal Doctor Sleep di Mike Flanagan, che ha tentato una crasi formale e ideale tra gli eventi dei due romanzi di King e del capolavoro di Kubrick.

Come sappiamo, invece, il film si conclude con la famosa scena del labirinto, quello dove un Jack ormai totalmente fuori controllo insegue il piccolo Danny all'addiaccio, venendo poi imbrogliato dal piccolo e morendo congelato senza riuscire a trovare la strada per uscire dal dedalo.

Quanto è interessante?
2