Stephen King e i suoi personaggi horror: con chi passerebbe la quarantena?

di

In questo periodo di quarantena gli artisti del mondo dello spettacolo sono stati spesso protagonisti di performance e dichiarazioni in streaming, spesso rivolgendosi direttamente ai propri fa. Stephen King, ospite da Stephen Colbert per il Late Show, ha rivelato con quale dei suoi personaggi gli piacerebbe condividere l'isolamento.

Il celebre scrittore, che qualche giorno fa si era detto stupito di ritrovarsi esattamente nello scenario prefigurato in Shining, dato che in questo momento sta scrivendo il suo nuovo romanzo in totale isolamento proprio come faceva Jack Torrance, ha anche precisato con quale dei suoi personaggi non trascorrerebbe assolutamente questo periodo: "Assolutamente non vorrei accanto Annie Wilkes, perché mi tratterebbe come il suo pupazzo e mi proporrebbe l'idea per un nuovo romanzo e se non accettassi, mi taglierebbe un piede. Quindi non vorrei assolutamente passare la quarantena con lei". Annie Wilkes, lo ricordiamo, è la protagonista di Misery, da cui poi fu tratto il film Misery non deve morire.

Nemmeno tanto sorprendentemente, King ha poi continuato affermando che avrebbe problemi ad essere intrappolato anche con Jack Torrance, il protagonista di Shining: "Non gradirei passare la quarantena con Jack Torrance, perché avrei paura iniziasse a scrivere 'all work and no play makes Jack a dull boy', quello mi preoccuperebbe. Ma passerei volentieri la quarantena con Holly Gibney da If It Bleeds, è abbastanza buona".

King è poi tornato sulla questione The Stand: "Ho scritto The Stand nel 1975-76 e ancora oggi, 40-50 anni dopo, me ne scuso ancora. La gente che mi incontra con le mascherine mi ferma e mi dice che si sente come se vivesse dentro quel romanzo. Mi dispiace, ma ho avuto l'idea nei primi anni '70 in Utah, quando chiesi a un medico di descrivermi uno scenario da pandemia che eliminasse il genere umano al 99%. Lui mi disse che un'influenza sarebbe stata la causa più credibile".

Quanto è interessante?
3