Star Wars, Rian Johnson adora la trilogia prequel: "Un film di 7 ore contro il fascismo"

Star Wars, Rian Johnson adora la trilogia prequel: 'Un film di 7 ore contro il fascismo'
di

Nel corso di una recente discussione avvenuta all'interno di Twitter tra Rian Johnson e alcuni fan, il regista ha provato a spiegare perché, dal suo punto di vista, ama in maniera incondizionata la trilogia prequel di Star Wars, tanto bistrattata all'epoca della sua uscita nelle sale ma che andrebbe riletta in un'altra chiave.

La discussione è iniziata a causa di Scott Malthouse, designer di giochi di ruolo, cui Johnson ha potuto spiegare in maniera calma e serena perché quei tre film - parliamo di La minaccia fantasma, L'attacco dei cloni e La vendetta dei Sith - sono davvero degni di considerazione: "[George] Lucas ha fatto un unico grandioso film per bambini della durata di sette ore su come la presunzione che tutto ti sia dovuto e la paura della perdita possano trasformare delle brave persone in fascisti e lo ha fatto mentre, allo stesso tempo, guidava ogni innovazione tecnologica dell’arte del fare i film negli ultimi 30 anni".

Queste parole di Johnson fanno eco a quelle lanciate qualche settimana fa da Dave Filoni nel corso del dietro le quinte di The Mandalorian su Disney+ nel quale spiegava l'importanza di un film odiatissimo come La minaccia fantasma: "La posta in gioco è il destino di Anakin, ecco perché quel titolo al brano. Si tratta del destino di quel bambino".

Poi conclude sulla Saga di Lucas: "Quello che apprezzo di più della visione di George Lucas e della Saga di Star Wars è che c'è molta speranza là fuori. Che fondamentalmente tutti vogliamo essere brave persone. Che tutti possiamo essere spinti a fare cose terribili, ma che possiamo preservare la nostra bontà attraverso azioni altruistiche".

I fan di tutto il mondo hanno celebrato alcuni mesi fa il ventennale dell'uscita de La minaccia fantasma.

Quanto è interessante?
3