Star Wars: Gli ultimi Jedi, Rian Johnson conferma la backstory di Luke Skywalker

di

E dopo le splendide cover e le foto dedicate ai protagonisti dell'atteso Star Wars: Gli ultimi Jedi, ecco che adesso sempre grazie a Vanity Fair e in aggiunta alle novità riportate ieri ieri possiamo discutere di ulteriori dettagli sulla backstory di Luke Skywalker (Mark Hamill) tra gli eventi de Il ritorno dello Jedi e Il risveglio della Forza.

Nel film di J.J. Abrams, Han Solo (Harrison Ford) dice a Ray (Daisy Ridley) che "un ragazzo, un apprendista, si è rivoltato a Luke, distruggendo tutto". Si riferisce ovviamente a Ben Solo/Kylo Ren (Adam Driver), allontanatosi dal cammino della Luce per percorrere la strada Sith. Parlando anche direttamente di Luke, Han aggiunge che "le persone che lo conobbero meglio credono sia partito alla ricerca del primo tempio Jedi".

Tutte informazioni certamente comprensibili, ma mai confermate e lasciate un po' fumose, almeno fino alla cover story del magazine, dove il regista Rian Johnson ha confermato l'intera storia, aggiungendo che Ahch-To è effettivamente il pianeta del tempio Jedi originale. Dice il regista: «I costruttori del set hanno duplicato le capanne a forma di alvea dove i monaci vivevano su Skellig Island e hanno costruito una sorta di piccolo villaggio Jedi». E proprio qui Luke ha vissuto per un certo tempo, affiancato da una nuova razza aliena di cui Johnson non vuole rivelare nulla, semplificando con un misero "non si tratta degli Ewoks".

Sembra che dopo il tradimento di Ren, Luke sia corso in cerca del Tempio per ritrovare una speranza ormai perduta, anche se dal primo teaser trailer del film pare proprio non aver trovato nulla, tanto da affermare che "sia giunto il tempo per la fine dei Jedi".

Star Wars: Gli ultimi Jedi uscirà nelle sale il 13 dicembre 2017.

FONTE: VanityFair
Quanto è interessante?
3