Star Wars

Star Wars: ecco perché David Fincher non ha mai diretto un film della saga

di

Per essere precisi, David Fincher stava per dirigere una pellicola a tema Star Wars, ma poi qualcosa è andato "storto" dopo un incontro avvenuto alla Lucasfilm. Ecco come è andata.

David Fincher era uno dei nomi presi in considerazione per dirigere il primo film della nuova saga, Star Wars: Il Risveglio della Forza. Poi però, il lavoro è andato, come sappiamo, a J.J. Abrams. Parlando con Empire, Fincher si è aperto su quanto accaduto in quel frangente:

"Ho parlato con la produttrice (Kathleen Kennedy) sulla possibilità di lavorare al progetto e, sinceramente, mi sono ritrovato a pensare che non fosse una grande idea. Sono so cosa sia peggio: essere George Lucas sul set del primo film con tutti che ti fanno: "Alderaan? Ma che diavolo è?" E dove tutti fanno battute e scherzano, oppure dover dirigere i due capitoli successivi, con il gigantesco carico di aspettative che ne seguì. Poi, una cosa è far perdurare l'appeal dei personaggi interpretati da Carrie Fisher e Harrison Ford, un'altra è doversi focalizzare sugli incassi, che devono superare il miliardo o il miliardo e mezzo di dollari , che pure mette una buona dose di pressione addosso. Bisogna avere la mente lucida, pensare se si vuole davvero prendere in mano un progetto di quella portata perché comunque la si metta, il film prenderà più o meno un paio d'anni della vita di chi ci lavora, per 14 ore al giorno, sette giorni su sette."

E dunque la questione è stata, principalmente, il non volersi imbarcare in un progetto forse troppo enorme, di portata globale, che se non preso con il giusto entusiasmo, non avrebbe portato a buoni risultati. Essere completamente votati al progetto è evidentemente un tassello imprescindibile dell'etica lavorativa di Fincher il che, naturalmente, è incontestabile.

Voi lo avreste visto bene David Fincher a lavoro su un episodio della saga di Guerre Stellari? Diteci come la pensate nei commenti qui sotto.

Star Wars: Gli Ultimi Jedi, diretto da Rian Johnson, arriva nelle sale italiane a partire dal prossimo 13 dicembre.

Quanto è interessante?
3