Star Wars: come ha fatto Lucasfiilm a riportare in vita Grand Moff Tarkin?

Star Wars: come ha fatto Lucasfiilm a riportare in vita Grand Moff Tarkin?
di

Ben prima di Luke Skywalker e The Mandalorian la saga di Star Wars ci aveva stupito con un altro, clamoroso caso di ringiovanimento: stiamo parlando del Grand Moff Tarkin visto in Rogue One: A Star Wars Story con le esatte sembianze del compianto Peter Cushing, volto del personaggio in Episodio IV.

Ma com'è stato possibile riportare in vita Cushing sul grande schermo? La procedura, ovviamente, è stata una vera impresa: in primis c'è stato bisogno di un attore, nella fattispecie Guy Henry, a dar corpo a Tarkin nel corso delle riprese di Rogue One; successivamente il volto di Henry è stato ricoperto di marcatori per la motion capture, allo scopo di catturarne ogni minima espressione facciale.

È proprio qui che entra in gioco l'abilità dei ragazzi di Industrial Light & Magic: gli interventi in digitale basati sul precedente lavoro di motion capture hanno infatti permesso di applicare gli esatti movimenti effettuati da Guy Henry sul volto di Peter Cushing. A questo punto il gioco è fatto: il Grand Moff Tarkin è pronto per una nuova avventura, in modo da concedere ai fan la possibilità di dare un ultimo saluto all'attore scomparso nel 1994.

Avete apprezzato la scelta di riportare in vita Tarkin? Fatecelo sapere nei commenti! Negli ultimi giorni, intanto, Rogue One sta letteralmente spopolando su Twitter... Ma nessuno sa perché!

FONTE: screenrant
Quanto è interessante?
2