Stan Lee nega le accuse di molestie sessuali tramite il suo avvocato

di

Stan Lee ha negato le accuse di molestie sessuali che gli sono state avanzate da alcune infermiere che hanno lavorato per lui nella sua villa di Los Angeles. Come creatore di alcuni dei più iconici personaggi della Marvel, il 95enne è molto amato nel settore anche per i suoi famosi cameo proprio nei film dell'universo Marvel.

Stan Lee è notoriamente impegnato in campagne contro le ingiustizie sociali e la notizia delle presunte molestie ha scioccato numerosi fan.
Lee è solo l'ultimo personaggio famoso che è stato accusato di comportamenti inappropriati dopo le prime accuse di qualche mese fa a Harvey Weinstein.
Nei mesi successivi molti altri personaggi di Hollywood sono finiti sulla graticola per il loro comportamento sul posto di lavoro e molti di loro sono stati già rimossi dai progetti ai quali stavano lavorando, come Kevin Spacey, Louis CK, Brett Ratner, Eddie Berganza (ex editore della DC Comics), Andrew Kreisberg (produttore dell'Arrowverse), Mark Schwahn (produttore di One Tree Hill), lo sceneggiatore e produttore di Girls, Murray Miller, Charlie Rose e Matt Lauer.
Attraverso una dichiarazione ufficiale a BuzzFeedNews, l'avvocato di Lee, Tom Lallas, ha confutato le affermazioni sul presunto comportamento inappropriato del fumettista, spingendosi ad affermare che queste accuse non sono altro che uno schema preparato per togliere denaro al suo cliente:"Il sig. Lee nega categoricamente queste accuse false e spregevoli e ha intenzione di lottare per proteggere il suo magnifico nome e il suo carattere impeccabile. Non siamo a conoscenza di nessuno che abbia presentato un procedimento civile o che abbia segnalato questi problemi alla polizia, che per qualsiasi reale reclamo sarebbe il modo più appropriato per gestirli. Invece il sig. Lee ha ricevuto richieste di pagamenti, con minacce di rivolgersi ai media se non avesse eseguito."
Lallas ha poi continuato, affermando che gli accusatori non vogliono identificarsi, rendendo quindi discutibili le loro motivazioni:"Il sig. Lee non verrà estorto o ricattato e non pagherà soldi a nessuno perché non ha fatto assolutamente nulla di sbagliato." A questo punto sono attesi sviluppi in merito anche a questa vicenda.

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
3