Spike Lee presidente della giuria al Festival di Cannes 2020

Spike Lee presidente della giuria al Festival di Cannes 2020
di

Spike Lee è stato nominato presidente di giuria per la 73ma edizione del Festival di Cannes, in programma dal 12 al 23 maggio. L'annuncio ufficiale è arrivato da Parigi alle prime luci del mattino. Spike Lee è il primo afroamericano a ricoprire il ruolo, nonché la prima persona della diaspora africana, come ha ricordato nel comunicato.

"Per me il Festival del cinema di Cannes (oltre ad essere il festival cinematografico più importante del mondo - senza mancare di rispetto a nessuno) ha avuto un grande impatto sulla mia carriera cinematografica. Si potrebbe facilmente dire che Cannes ha cambiato la traiettoria di chi sono diventato nel cinema mondiale; è iniziato nel lontano 1986, il mio primo lungometraggio, Lola Darling, che vinse il Prix de la Jeunesse alla Quinzaine des Réalisateurs. L'unione successiva fu nel 1989: Fa' la cosa giusta, in concorso nella selezione ufficiale. E non ho tempo né lo spazio di scrivere sull'esplosione cinematografica che è saltata fuori, ancora relativa a questo, trent'anni dopo".

Nel corso della sua carriera Spike Lee ha collezionato sette première al Festival di Cannes, tra cui Jungle Fever, Girl 6 - Sesso in linea, S.O.S. Summer of Sam - Panico a New York, il film co-diretto Dieci minuti più vecchio: il violoncellista e BlacKkKlansman, con il quale ha vinto il Grand Prix.
Grazie a Cannes, il film viaggiò sino agli Oscar, dove vinse il premio per la miglior sceneggiatura non originale:"In conclusione, sono onorato di essere la prima persona della diaspora africana ad essere nominata presidente della giuria di Cannes e di un festival cinematografico principale" ha concluso Spike Lee.
In una nota il Festival ha commentato così la scelta di Spike Lee:"A 62 anni, il regista - nonché sceneggiatore, montatore, attore e produttore - ha realizzato numerosi film che sono diventati cult e ha portato nel cinema contemporaneo le domande e le questioni controverse dei nostri tempi. Ma non ha mai perso di vista il pubblico, proponendosi di aumentare la consapevolezza delle sue cause, film dopo film. La prospettiva di Spike Lee è più preziosa che mai. Cannes è una patria naturale e una cassa di risonanza globale per coloro che (ri)svegliano le menti e mettono in discussione le nostre posizioni e le. nostre idee radicate".
Lo scorso anno Alejandro González Iñárritu fu scelto come presidente di giuria; inoltre la Palma d'Oro assegnata a Parasite ha portato molta fortuna al film, giunto in prima linea agli Oscar 2020. A metà aprile verranno annunciati gli altri membri della giuria e la selezione ufficiale dell'edizione 2020 del Festival di Cannes.

FONTE: IndieWire
Quanto è interessante?
1