Spike Lee non si fida delle nuove regole degli Oscar: 'Ci sono troppe scappatoie'

Spike Lee non si fida delle nuove regole degli Oscar: 'Ci sono troppe scappatoie'
di

Spike Lee non si fida: il regista di Malcolm X e BlacKkKlansman non ha fatto mistero di nutrire più di una riserva sulle nuove regole promulgate dall'Academy, che a partire dal 2024 dovrebbero garantire una maggior inclusività nei film candidati agli Oscar.

Secondo Lee, pur essendo mossi da nobili intenti, i membri dell'Academy avrebbero infatti partorito un regolamento da questo punto di vista ancora troppo debole e pieno di modi per farla franca: per il regista la svolta decisiva sul razzismo è ancora lontana.

"Ci sono un sacco di scappatoie. Ho bisogno di sedermi allo stesso tavolo con qualcuno dell'Academy. Guardi, penso che i loro cuori siano nel giusto. Queste sono le persone che decidono cosa facciamo e cosa non facciamo, chi scriverà una cosa, chi la dirigerà, chi la producerà. Devi essere nella fott**a stanza. Devi essere nella stanza in cui accadono le cose. Finché non stiamo anche noi nella fott**a stanza dove le fott**e cose accadono, non cambierà niente" ha spiegato Lee.

Secondo Spike Lee, dunque, c'è bisogno di un intervento ancora più radicale di quello messo in atto dall'Academy. Vi trovate d'accordo con le parole del regista? Diteci la vostra nei commenti! Sempre Spike Lee, intanto, ha parlato della sua ultima esperienza con Chadwick Boseman sul set.

Quanto è interessante?
3