Marvel

Spider-Man: No Way Home: Tobey Maguire e Andrew Garfield non potevano essere un cameo

Spider-Man: No Way Home: Tobey Maguire e Andrew Garfield non potevano essere un cameo
di

Spider-Man: No Way Home continua ad essere un enorme successo al botteghino, e gran parte del merito è riconducibile anche alla tanto chiacchierata partecipazione dei due storici Spider-Man cinematografici del passato, Tobey Maguire e Andrew Garfield. Lo sceneggiatore Erik Sommers si è soffermato sulla loro partecipazione.

Sommers ha co-scritto il film e ha spiegato perché i due non avrebbero mai potuto partecipare soltanto in un cameo:"Penso che abbiamo capito subito che se l'avessimo fatto non avremmo potuto fare soltanto un cameo. [...] Dobbiamo trattarli per i personaggi che sono, dobbiamo onorarli e onorare i film in cui erano. Abbiamo bisogno di offrirgli una sorta di viaggio emotivo, non possono semplicemente arrivare, presentarsi in un cameo e sparire. Abbiamo dovuto scriverli in quanto personaggi, quello era l'obiettivo. La sfida era: come faremo?". In No Way Home torna Willem Dafoe, così come Alfred Molina. Tante facce dal passato ma al centro di tutto c'è sempre la storia odierna.

"Ovviamente il fulcro doveva essere il nostro Spider-Man. Questo è il suo viaggio, la sua storia, e le cose devono essere al servizio di tutto questo. [...] Volevamo sentirci come se, quando Tobey e Andrew torneranno da dove sono venuti, avranno imparato qualcosa e saranno cresciuti. Non saranno più gli stessi, le loro vite non saranno le stesse a causa di quello che è successo durante il film. Proprio come il nostro Peter non sarà più lo stesso".

Sul sito trovate la nostra recensione di Spider-Man: No Way Home, diretto da Jon Watts.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
2