Marvel

Spider-Man: No Way Home, nel film c'è un cameo che nessuno ha notato (finora)

Spider-Man: No Way Home, nel film c'è un cameo che nessuno ha notato (finora)
di

Spiderman No Way Home è arrivato in home video on demand e neanche a dirlo è già primo su tutte le classifiche, e in queste ore i fan hanno individuato un cameo rimasto clamorosamente ignorato fino ad ora.

Ovviamente con la possibilità di mettere in pausa e riavvolgere a piacimento il film durante una visione casalinga, gli appassionati si stanno divertente ad analizzare il nuovo capitolo del MCU frame by frame e un utente di Reddit ha segnalato la presenza di un personaggio di Spider-Man: Homecoming che durante la proiezione del film al cinema era rimasto 'nell'ombra'.

Si tratta di Gary Weeks, l'attore che aveva interpretato l'agente Foster nella prima scena di Homecoming, nella quale appena dopo gli eventi del primo Avengers l'Adrian Toomes di Michael Keaton si vede soffiare l'appalto per la rimozione dei detriti dal governo e dalla nuova sezione Damage Control dello SHIELD. In No Way Home, come potete vedere nel post in calce all'articolo, Gary Weeks è tornato nella scena in cui l'agente Cleary di Arian Moayed arresta Peter Parker per i suoi presunti crimini. Non è chiaro se si tratta dello stesso personaggio, ma nel MCU è stato rivelato che con la chiusura dello SHIELD molti agenti sono stati riassegnati, quindi non è da escludere che l'agente Foster adesso lavori per i federali. Un cameo che solo i veri fan di Spider-Man e del MCU avrebbero potuto individuare.

Per altri approfondimenti ecco le dichiarazioni di Tobey Maguire su Tom Holland in Spiderman No Way Home.

Quanto è interessante?
4