Spider-Man: No Way Home, Andrew Garfield rivela com'è nato il meme in versione live-action

Spider-Man: No Way Home, Andrew Garfield rivela com'è nato il meme in versione live-action
di

L’attesa per Spider-Man: No Way Home è stata molto stressante per Andrew Garfield, che ha negato con tutte le sue forze di essere coinvolto. Ora che ne può parlare liberamente, tutti sappiamo che è presente insieme a Tobey Maguire e Tom Holland, con il trio che ha anche ricreato il "meme che indica Spider-Man” non una, ma ben due volte in scena.

Garfield è proprio la persona responsabile, e colui che dobbiamo ringraziare, per aver visto sul grande schermo questo conosciutissimo meme. Mentre No Way Home continua a battere record, in una nuova intervista rilasciata a Josh Horowitz durante il podcast Happy, Sad, Confused, l'attore ha rivelato le origini della versione live-action del meme ispirato all'episodio "Double Identity" della classica serie animata di Spider-Man del 1967.

La scena si svolge quando i tre Peter Parker, interpretati da Tom Holland, Tobey Maguire, e Garfield, si indicano l'un l'altro dopo aver sentito il loro nome chiamato da Ned (Jacob Batalon).

"Stavamo cercando di capire come metterlo in scena, 'Come inseriremo il meme in modo che abbia senso?' Ci è voluto un po', ma è successo in modo naturale mentre eravamo su quell'impalcatura e decidevamo chi fosse 'Peter n. 1, Peter n. 2, Peter n. 3.' Ma in realtà, ricordo di aver avuto un’idea improvvisa e poi sono corso sul set e ho detto a Jon Watts, il regista, 'Ce l'ho, ce l'ho, ce l'ho! Ho il meme!’"

Ma ad uno sguardo più attento, il momento meme si verifica per la prima volta quando i tre Peter lavorano insieme in un laboratorio di scienze per "curare" i cattivi multiversali che sconfinano nel MCU, il risultato di un incantesimo di Doctor Strange (Benedict Cumberbatch) andato storto: Green Goblin (Willem Dafoe), Doctor Octopus (Alfred Molina), Sandman (Thomas Haden Church), Lizard (Rhys Ifans) ed Electro (Jamie Foxx). Potete vedere i due momenti meme nel tweet in calce alla notizia.

Garfield ha ammesso di aver mentito anche ad Emma Stone sulla sua presenza nel film, ma ora che è libero di parlarne è giusto che si prende i suoi meriti per averci regalato quella scena iconica, non trovate?

FONTE: CB
Quanto è interessante?
4