Spider-Man: Un Nuovo Universo, ecco il bizzarro eroe che potrebbe comparire nel sequel!

Spider-Man: Un Nuovo Universo, ecco il bizzarro eroe che potrebbe comparire nel sequel!
di

Spider-Man: Un Nuovo Universo ci ha trasportato all'interno di un vero e proprio Multiverso di Spider-Persone. Miles Morales, Peter Parker, Gwen Stacy sono solo tre delle innumerevoli versioni del Tessiragnatele creato originariamente da Stan Lee e Steve Ditko. Chi potrebbe, dunque, unirsi alla mitica gang di eroi? Scopritelo dopo il salto!

Il film, diretto da Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman, sta letteralmente conquistando il cuore di pubblico e critica, grazie alle brillanti animazioni, allo straordinario storytelling e, naturalmente, ai suoi splendidi personaggi! A cominciare dai protagonisti (Miles Morales, Peter Parker, Gwen Stacy), passando poi per i memorabili personaggi secondari (Spider-Noir, Zia May, Mary Jane), ciascuno rappresenta un particolare aspetto di ognuno di noi, nel carattere o nel modo di agire.

Ebbene, gli amati personaggi di questa prima avventura ragnesca potrebbero essere assistiti da un nuovo, simpaticissimo comprimario nel (probabilissimo) sequel del film! Stiamo parlando dello Spider-Man Giapponese. Per chi non lo conoscesse, si tratta di una versione del personaggio proveniente dalla terra del Sol Levante, introdotta in una popolare serie televisiva degli anni '70 e riscoperta ai giorni nostri grazie ai numerosissimi meme e alle varie parodie della rete. La sua particolarità? Guidare un robot gigante (conosciuto come Leopardon) per combattere mostri e cattivi di ogni tipo!

Nonostante il film animato ci abbia deliziato con ogni sorta di cameo e easter egg, alcuni fan sono rimasti "delusi" per l'assenza dello stravagante personaggio nell'avventura da solista di Miles Morales. Ecco dunque arrivare Phil Lord (co-sceneggiatore del film), pronto a rassicurare i fan in merito alla futura apparizione dello Spidey Giapponese. Tramite un tweet, Lord promette che, nel sequel, il personaggio potrebbe entrare effettivamente in scena. L'unica condizione? Far raggiungere al film i 200 milioni di dollari in madrepatria.

Un risultato che certo non tarderà ad arrivare, considerando l'ampio successo riservato alla pellicola prodotta da Sony Pictures, attualmente a 104 milioni di dollari in territorio statunitense.

E voi, apprezzereste l'eventuale partecipazione di questa particolare versione dell'Arrampicamuri sul grande schermo? Comunicatecelo con un commento!

Quanto è interessante?
2