Spider-Man di Sam Raimi censurato in UK per omofobia: qual è la scena incriminata?

Spider-Man di Sam Raimi censurato in UK per omofobia: qual è la scena incriminata?
di

Da che non si è fatto altro, nelle ultime settimane, che parlare di un possibile quarto capitolo di Spider-Man a firma Sam Raimi, il primo film del 2022 non se la passa bene sugli schermi televisivi del Regno Unito. Un'emittente ha infatti censurato il film per una battuta considerata omofoba pronunciata da Tobey Maguire. C’è anche il video.

Le cose sembravano andare nel verso giusto per la coppia Sam Raimi e Tobey Maguire, dopo che Spider-Man: No Way Home ha riportato sulla cresta dell’onda tutte le passate incarnazioni dell’Uomo Ragno e ha fatto gola ai molti che ancora rimpiangono l’affossamento del quarto capitolo che avrebbe dovuto seguire, all’epoca, la trilogia di Sony Pictures. I recenti spiragli aperti da Sam Raimi su Spider Man 4 hanno fatto il giro del mondo e due incarnazioni di Spider Man sono state paparazzate insieme solo qualche giorno fa.

Nel frattempo, nonostante Morbius sia stato disastroso al botteghino, ha anticipato una quantità inverosimile di riferimenti a Spider Man, riaprendo diverse porte che credevamo chiuse ormai da tempo. Tutto, insomma, sembrava filare nel verso giusto. Ma ora una nuova notizia, pur minimale nell’impatto su future produzioni, certo non in grado di bloccare i possibili piani di Sony Pictures, è comunque sopraggiunta a incrinare parzialmente l’idillio. La notizia che il primo capitolo di Sam Raimi si sarebbe visto censurato sulla televisione britannica per una battuta evidentemente giudicata omofoba dall’emittente.

Si tratta della prima scena in cui Peter Parker indossa il suo costume home-made di Spider-Man per il suo incontro sul ring con Bonesaw (Randy Savage). Dopo essere stato chiuso in gabbia con l’energumeno ed essersi arrampicato sulle sbarre, Parker lo prende in giro con le parole: “Carino quel vestito. Te l’ha fatto tuo marito?”. Il canale ITV 2 deve aver considerato sbagliato il fatto di usare un riferimento all’omosessualità a mo’ di insulto, tanto da tagliare la seconda metà di frase. Trovate in calce all’articolo il video dell’utente che ha segnalato per primo il taglio. Sicuramente nel 2002 non c’era la sensibilità su determinate tematiche cui assistiamo vent’anni dopo. Ma quali sono i vostri pensieri su una misura del genere? Ditecelo nei commenti!

Quanto è interessante?
7