Spider-Man, Kirsten Dunst denuncia la disparità nella paga: "Sul poster c'ero anch'io!"

Spider-Man, Kirsten Dunst denuncia la disparità nella paga: 'Sul poster c'ero anch'io!'
di

Se le ultime dichiarazioni di Kirsten Dunst hanno riacceso nei fan la speranza di rivederla in Spider-Man: No Way Home, l'attrice è tornata a parlare del ruolo di Mary Jane nella trilogia di Sam Raimi, ma stavolta per lamentarsi della disparità di trattamento economico rispetto al protagonista Tobey Maguire.

L'attrice sapeva bene di non potersi aspettare di ricevere la stessa cifra dell'attore che avrebbe interpretato Peter Parker, l'eroe del film, e indossato l'iconico costume. Tuttavia, ricorda che il suo volto compare accanto a quello di Tobey Maguire nei manifesti promozionali di Spider-Man 2, e ritiene che avrebbe meritato qualcosa in più.

"La disparità retributiva tra me e Spider-Man era piuttosto estrema" ha raccontato Kirsten Dunst a The Independent. "Non ci avevo neanche fatto caso all'inizio. Pensavo: Oh beh, è Tobey a interpretare Spider-Man. Ma sapete chi c'era sulla locandina di Spider-Man 2? C'eravamo Spider-Man ed io..."

L'attrice ha raccontato anche delle pressioni dei produttori affinché facesse un intervento per raddrizzare i suoi denti, da lei orgogliosamente rifiutato. Sul poster in questione, in ogni caso, "i denti di Mary Jane sono magicamente raddrizzati" ha osservato. Deve comunque a Sofia Coppola, che l'ha voluta a 16 anni nel suo Il giardino delle vergini suicide, l'accettazione di sé stessa con i suoi piccoli difetti. "Il fatto che a quella ragazza così cool piacesse il mio aspetto mi ha preservato. Mi ha fatto sentire carina, mi ha dato più sicurezza."

A un mese dall'uscita di Spider-Man: No Way Home, intanto, si continua a discutere della presenza di Andrew Garfield e Tobey Maguire nel nuovo film. Il nuovo, attesissimo trailer potrebbe presto sciogliere ogni dubbio.

FONTE: indiewire
Quanto è interessante?
5