di

Grazie alla disponibilità crescente di una tecnologia digitale pervasiva, gli esperimenti più disparati fioriscono in Rete ottenendo risultati talvolta spiazzanti: è il caso della manipolazione facciale dedicata a Spider-Man: Far From Home, la pellicola interpretata da Tom Holland che vede la curiosa comparsata di Tobey Maguire.

Il ritorno singhiozzante in sala di Spider-Man: Far From Home non sembra aver scosso più di tanto lo zoccolo duro dei nativi digitali, una tribù planetaria sempre pronta a riscrivere quasi sul momento i tratti della cultura popolare.

Stavolta è toccato al trailer della pellicola che ha scatenato il divorzio Marvel/Sony con uno stratagemma già visto altrove: è ancora il deepfake a fare la differenza in questo curioso esperimento pubblicato su YouTube, dato che l’ultimo volto dell’Arrampicamuri è stato prontamente rimpiazzato con i tratti classici del suo primo interprete.

Il passaggio di testimone da Tom Holland a Tobey Maguire è una scheggia di nostalgia per chi ha conosciuto Spider-Man quasi venti anni fa al cinema, dato che la prima trilogia dell’Uomo Ragno è uscita tra il 2002 e il 2007; il ruolo passò poi a Andrew Garfield per i due episodi di The Amazing Spider-Man, il resto è notoriamente Marvel Cinematic Universe, più precisamente da Captain America: Civil War fino appunto a Spider-Man: Far From Home.

Come già detto il risultato può spiazzare per la mescolanza di voci e volti che gioca un ruolo indispensabile per mascherare le alterazioni visive tipiche del deepfake: si tratta di una forma di intrattenimento sicuramente innovativa e in via di perfezionamento, ma l’impatto risulterà sempre straniante.

Chi apprezzò Tobey Maguire nei panni dell’Arrampicamuri potranno anche recuperare il trailer censurato da Sony per il primo film della saga.

FONTE: screenrant
Quanto è interessante?
7