Marvel

Spider-Man, Dark Phoenix tra le 'cause' della fine dell'accordo Sony/Marvel?

Spider-Man, Dark Phoenix tra le 'cause' della fine dell'accordo Sony/Marvel?
di

Di report su quello che è accaduto tra Marvel Studios/Disney e Sony Pictures ce ne sono stati tanti. C'è chi ha detto che la Disney voleva dividere 50/50 gli incassi, chi che Disney voleva solo il 30%.

Secondo il penultimo report, è stata la Sony Pictures a dire di 'no' all'accordo perché pensa "di non aver più bisogno dell'aiuto della Marvel e della Disney" per avere successo con il franchise post-Venom (il film sull'antieroe ha incassato, senza ausilio della Marvel e della Disney, ben 800 milioni di dollari).

Ora Variety riporta un report un po' più contrastante. Chiaramente - e precisiamo - nessuna di queste presunte informazioni è confermata, dunque è probabile che la verità sia un "mix" di tutti quelli trapelati in rete. Dunque, secondo alcuni nuovi rumor, la Sony non ha fatto controproposte ed ha detto seccamente 'no' ad un nuovo accordo (che è discusso da sei mesi, a quanto pare), altri affermano che è la Disney che ha abbandonato le trattative non essendo più interessata ad una partnership.

Variety spiega che la Sony ha rifiutato l'offerta iniziale di dividere gli incassi dei film solisti su Spider-Man 50/50 ma ha fatto una controproposta al 25%, cosi da avere Kevin Feige dei Marvel Studios a bordo del progetto. Ma la Disney non ha accettato i termini.

Stando alle fonti di Variety, la motivazione dietro questa decisione potrebbe essere... X-Men: Dark Phoenix! Il film è stato un sonoro flop al box-office e questa debacle potrebbe avere ripercussioni sulle uscite future dei mutanti al cinema. Con l'acquisizione della Fox da parte della Disney, sembra che la Casa di Topolino vuole che Feige riponga tutte le sue attenzioni ed energie nel rilanciare con successo le proprietà di X-Men e Fantastici Quattro (e Deadpool), mettendo da parte Spider-Man, che è una proprietà di cui la Disney non detiene i diritti naturalmente. A quanto pare è stato Alan Bergman della Disney a trattare con la Sony per tutto questo tempo, ed è stato lui ad insistere nel chiudere le trattative con lo studio per un bel po' di tempo.

Per i due film solisti di Spidey, la Disney/Marvel ha guadagnato solo il 5% e, con l'accordo andato per ora in fumo, la Casa di Topolino non potrà più utilizzare il personaggio all'interno del Marvel Cinematic Universe. Avendo comprato i diritti del merchandise, la Disney potrà usare ancora il personaggio nei giocattoli e nei suoi parco giochi.

Variety spiega che c'è ancora una possibilità che un nuovo accordo verrà siglato nei prossimi mesi. Tom Rothman della Sony è un "maestro delle trattative" e, secondo il sito, il riportare tutto quello che stava accadendo con una dichiarazione d'effetto su Twitter è una semplice mossa da parte dello studio per intimidire la Disney e farla tornare sul tavolo delle trattative.

Per ora Tom Holland è ancora sotto contratto per apparire in altri film di Spider-Man, a meno che la Sony non intenda 'licenziarlo' in seguito alle sue mosse pubbliche post-notizie, e questo prevede la sua potenziale partecipazione anche ai film dell'Universo Marvel della Sony, tra cui Venom. Naturalmente, i fan come molte testate sperano che venga trovato un nuovo accordo ma ne sapremo soltanto tra un po' di tempo.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
5