Soldado, ecco perché Emily Blunt è stata esclusa dal sequel di Sicario

Soldado, ecco perché Emily Blunt è stata esclusa dal sequel di Sicario
di

In onda questa sera su Rai 2, Soldado ha dovuto fare a meno della protagonista del primo capitolo, Emily Blunt, interprete di Kate Macer in Sicario. Tuttavia non si è trattato di una questione legata agli impegni della star come capita spesso ad Hollywood, bensì di una precisa scelta narrativa di Stefano Sollima e Taylor Sheridan.

"Emily Blunt è un'attrice fantastica, ma il suo ruolo era una sorta di guida morale per il pubblico" ha spiegato il regista italiano in un'intervista rilasciata prima dell'uscita del film. "In Soldado non c'è questo aspetto. In questo modo si avvicina di più alla mia visione di storytelling. Preferisco non avere una guida morale per gli spettatori."

Sheridan, già autore del film precedente diretto da Denis Villeneuve, ha poi confermato in un'altra intervista che l'arco narrativo di Kate Macer era giunto alla sua conclusione già durante Sicario, e che dunque non c'era alcun bisogno di portarlo ulteriormente avanti nel sequel.

"La sua storia era stata completata... non riuscirei a trovare un modo per scrivere un personaggio dotato di questo senso di giustizia. Guardate quello che ha passato. Era un ruolo difficile. Ho scritto questo personaggio e poi l'ho utilizzato come surrogato per il pubblico" ha dichiarato l'acclamato autore di Yellowstone a The Wrap nel 2016. "L'ho resa completamente passiva contro il suo stesso volere, in modo tale che gli spettatori potessero provare la stessa impotenza che provano molti agenti delle forze dell'ordine. Le ho fatto passare l'inferno e alla fine l'ho tradita. È stato un viaggio tortuoso per il personaggio e per Emily. Il suo arco è stato completato."

Per altri approfondimenti, vi lasciamo alla nostra recensione di Soldado.

Quanto è interessante?
3