Il Signore degli Anelli, quali sono le razze più suscettibili al potere dell'Anello?

Il Signore degli Anelli, quali sono le razze più suscettibili al potere dell'Anello?
di

Che il potere dell'Unico Anello sia capace di piegare a sé anche la volontà più ferrea non è un mistero: nessuno dei protagonisti de Il Signore degli Anelli si dimostra capace di restare indifferente davanti all'oggetto forgiato da Sauron. Ma quali razze della Terra di Mezzo dimostrano la minor resistenza in tal senso?

È innegabile, in effetti, che tra hobbit, uomini, elfi, nani e così via assistiamo a modi completamente diversi di reagire alla presenza del manufatto: gli hobbit, ad esempio, per quanto non immuni al suo potere (vedasi Bilbo o Frodo dopo averlo portato a lungo), riescono a restare tutto sommato indifferenti davanti all'Anello, essendo sinceramente disinteressati a discorsi che vadano oltre il godersi la vita in pace nella Contea.

Discorso diverso per i Maiar come Gandalf e Saruman: se Gandalf rifiuta con veemenza l'Anello offertogli da Frodo, infatti, è perché teme proprio che la presunzione di fare buon uso di quel potentissimo oggetto possa fargli intraprendere una strada simile a quella poi percorsa da Saruman, che non è in effetti mosso da intenti malvagi (lo stregone, nei libri di Tolkien, pensa addirittura di poter ingannare Sauron), ma finisce inesorabilmente per venire divorato dal solo desiderio di poter utilizzare l'Anello.

Gli elfi sono certamente coloro che, alla pari degli hobbit, dimostrano maggior resistenza: la razza di Legolas, d'altronde, può già disporre dell'immortalità e di poteri che renderebbero il possesso dell'Anello poco più di un vezzo. Occhio, però, a parlare di completa immunità: in tal senso basta ricordare l'atteggiamento di Galadriel nei confronti di Frodo.

Le cose si fanno più complesse per quanto riguarda i nani: il popolo di Gimli, come ben spiegato nel Silmarillion, riesce a resistere con una certa fermezza al potere dell'Anello, ma non riesce a impedire che questo ne amplifichi a dismisura l'avidità e la voglia di accumulare ricchezze, aspetti che porteranno i nani alla rovina.

In ultimo, la nota più dolente: quella degli uomini è decisamente la razza più suscettibile all'Unico Anello, come possiamo ben notare anche nel corso della trilogia di Peter Jackson, che ben raffigura l'effetto che la sola vicinanza del manufatto esercita anche sul più leale e valoroso dei guerrieri come Boromir.

Da qualunque angolazione la si guardi, dunque, la distruzione dell'Anello tra le fiamme del Monte Fato non può che essere ritenuta un gran bene! A proposito della saga partorita dalla mente di Tolkien, intanto, ecco quali scene de Il Signore degli Anelli avremmo voluto vedere nei film di Jackson.

FONTE: cbr
Quanto è interessante?
3

Il signore degli anelli - La Trilogia Cinematografica

Il signore degli anelli - La Trilogia Cinematografica
  • Distributore: Medusa
  • Genere: Fantastico
  • Regia: Peter Jackson
  • Interpreti: Elijah Woods, Viggo Montersen, Ian McKellen, Christopher Lee, Cate Blanchett, Orlando Bloom
  • Sceneggiatura: Peter Jackson, Fran Walsh, Philyppa Boyes
  • +

Quanto attendi: Il signore degli anelli - La Trilogia Cinematografica

Hype
Hype totali: 79
92%
nd