Il Signore degli Anelli, perché Sauron non riesce a trovare l'Anello in 2000 anni?

Il Signore degli Anelli, perché Sauron non riesce a trovare l'Anello in 2000 anni?
di

Il legame tra l'Unico Anello e il suo proprietario è fortissimo e inscindibile: la storia narrataci da Il Signore degli Anelli non lascia dubbi al riguardo, presentandoci il potentissimo oggetto come un qualcosa dotato di volontà propria e continuamente teso alla ricerca del suo padrone. Perché, allora, Sauron impiega tutto questo tempo a trovarlo?

Dalla sconfitta del signore di Mordor per mano di Isildur alla ricomparsa dell'Anello passano infatti ben 2000 anni: prima che Smeagol lo trovasse, però, Sauron era rimasto inerme e impotente ad aspettare che la sua creazione tornasse a farsi viva. Anche dopo il ritrovamento, però, l'Oscuro Signore non ha certo avuto vita facile, trovandosi costretto a schierare letteralmente tutte le sue forze per riuscire nel ritrovamento.

Com'è possibile ciò, con alla base un legame così forte? Il mistero, in realtà, è presto risolto: nonostante la connessione di cui sopra, Sauron non riesce a percepire la posizione dell'oggetto. A rintracciare Frodo ci pensano infatti i Nazgul, e riescono nel loro intento solo grazie alle parole estorte a Gollum e a una continua ricerca lungo l'intera Terra di Mezzo.

Sauron riesce quindi a vedere l'Anello solo nel momento in cui questo viene indossato: quando Frodo si limita a portarlo al collo, infatti, riesce addirittura ad entrare a Mordor senza che l'Occhio se ne avveda. Vi eravate mai posti questa domanda? Fatecelo sapere nei commenti! In un improbabile crossover con GoT, intanto, scopriamo chi vincerebbe tra Sauron e Daenerys in uno scontro all'ultimo sangue.

FONTE: cbr
Quanto è interessante?
5