Il Signore degli Anelli: le differenze più controverse tra romanzo e film

Il Signore degli Anelli: le differenze più controverse tra romanzo e film
di

La trilogia de Il Signore degli Anelli è senza dubbio una delle saghe più riuscite e iconiche della storia del cinema. Tuttavia, viste le difficoltà di adattare un'opera come quella di J.R.R Tolkien e la voglia di Peter Jackson di rinnovare alcuni aspetti del racconto, le tre pellicole presentano diverse differenze che tuttora fanno discutere molti fan.

In occasione del ritorno in tv de Il Signore degli Anelli, dunque, vediamo insieme le principali differenze tra i film e il romanzo originale:

Tom Bombadil

Probabilmente il più grande escluso dell'adattamento, Tom Bombadil è uno dei personaggi più amati del libro di Tolkien. Nella storia originale, Bombadil è una misteriosa creatura che Frodo e i suoi compagni incontrano all'inizio del loro viaggio: Jackson ha deciso di escluderlo per le difficoltà di rappresentarlo in modo adeguato e per via del suo ruolo non essenziale al proseguimento della trama.

La presenza degli Elfi al Fosso di Helm

A parte Legolas, nel romanzo non era presente alcun elfo durante l'epica battaglia de Le Due Torri. L'aiuto mandato da Elrond e Galadriel è stato infatti pensato solamente per il film, e secondo alcuni ciò sminuirebbe in parte la grande impresa di Aragorn e Theoden.

Gandalf v Re Stregone di Angmar

Il confronto tra Gandalf e il Re Stregone di Angmar dinanzi ai cancelli di Minas Tirith, presente nella versione estesa de Le Due Torri, in realtà non nel romanzo non ha mai avuto luogo. Lo scontro, che vede lo Stregone Bianco in difficoltà, ha irritato alcuni fan che non si aspettavano di vedere una reazione del genere da parte di Gandalf.

L'occhio di Sauron

Tra le immagini più iconiche della trilogia, l'occhio dell'Oscuro Signore nel libro è solamente una metafora della vasta portata dello sguardo di Sauron sulla Terra di Mezzo. Nonostante la resa letterale abbia fatto storcere il naso a molti amanti dell'opera originale, a distanza di anni l'occhio infuocato rimane senza dubbio uno dei simboli più riconoscibili dell'intera saga.

L'assenza di Glorfindel

Ne La Compagnia dell'Anello, Glorfindel è un principe elfico che salva Frodo e lo conduce a Gran Burrone dopo che viene pugnalato a Colle Vento, ruolo che nel film è stato invece affidato ad Arwen. Arrivati alla corte di Elrond, Glorfindel viene anche preso in considerazione per unirsi alla Compagnia dell'Anello.

La battaglia di Lungacque

Forse non tutti lo sanno, ma la parte finale de Il Ritorno del Re sarebbe potuta essere ancora più estesa di quanto mostrato nella pellicola. Una volta ritornati alla Contea, infatti, nel libro Frodo e gli altri Hobbit scoprono che la loro terra natale è caduta sotto il controllo di Saruman: inizia così una battaglia che Jackson ha deciso di non includere perché non si sarebbe adattata al climax del film.

Cosa ne pensate di questi cambiamenti? Fateci sapere la vostra, come sempre, nello spazio dedicato ai commenti. Nel frattempo, per altri approfondimeni, vi rimandiamo al nostro speciale sul futuro de Il Signore degli Anelli dal cinema alla serie TV.

Quanto è interessante?
2

Il signore degli anelli - La Trilogia Cinematografica

Il signore degli anelli - La Trilogia Cinematografica
  • Distributore: Medusa
  • Genere: Fantastico
  • Regia: Peter Jackson
  • Interpreti: Elijah Woods, Viggo Montersen, Ian McKellen, Christopher Lee, Cate Blanchett, Orlando Bloom
  • Sceneggiatura: Peter Jackson, Fran Walsh, Philyppa Boyes
  • +

Quanto attendi: Il signore degli anelli - La Trilogia Cinematografica

Hype
Hype totali: 31
92%
nd