Shining, Shelley Duvall ricorda: 'Il mio corpo si ribellava, piangevo ogni giorno'

Shining, Shelley Duvall ricorda: 'Il mio corpo si ribellava, piangevo ogni giorno'
di

Che il rapporto tra Shelley Duvall e Shining non fosse stato dei migliori è cosa risaputa: l'attrice non ha mai realmente superato l'assurdo stress a cui fu sottoposta per entrare al meglio nel ruolo di Wendy Torrance. A conferma di ciò arriva la reazione di Duvall nel corso di una recente intervista.

Davanti alla celebre scena del capolavoro di Kubrick in cui la si vede agitare una mazza davanti a Jack Nicholson per difendersi dalle minacce del suo Jack Torrance, infatti, l'attrice non è riuscita a non scoppiare in lacrime: "Fu una scena difficilissima, ma finì per essere una delle migliori del film. Piango perché lavorammo circa 3 settimane per girarla. Tutti i giorni. Jack fu bravissimo, è davvero spaventoso. Posso solo immaginare cosa provino le donne che affrontano davvero situazioni del genere" sono state le parole della star di Shining.

Duvall ha poi proseguito, ricordando le sensazioni provate durante quel periodo infernale: "Dopo un po' il tuo corpo si ribella. Ti dice: 'Smettila di trattarmi così. Non voglio piangere ogni giorno'. E alle volte bastava questo pensiero a ridurmi in lacrime. Svegliarsi il lunedì mattina e realizzare di dover piangere tutto il giorno perché lo script diceva così... Mi dicevo: 'Oh no, non posso, non ce la faccio'. Eppure lo facevo. Non so come ma lo facevo. Me lo disse anche Jack. Mi disse: 'Non so come tu riesca a farlo'".

Recentemente, intanto, Stephen King ha spiegato il suo odio per lo Shining di Stanley Kubrick; per saperne di più sul film con Jack Nicholson, intanto, qui trovate un nostro approfondimento su Shining.

FONTE: film-news
Quanto è interessante?
2