Sharon Stone spietata su Donald Trump: 'Credo sia vittima di qualche trauma'

Sharon Stone spietata su Donald Trump: 'Credo sia vittima di qualche trauma'
di

Che Donald Trump non stia particolarmente simpatico ad Hollywood è cosa nota: buona parte delle star del cinema made in USA non ha mai nascosto la propria antipatia per l'attuale presidente degli Stati Uniti e a ormai poche settimane dalle prossime elezioni il clima si fa sempre più teso, come dimostrano le ultime esternazioni di Sharon Stone.

La star di Basic Instinc già in passato non aveva perso occasione per puntare il dito contro Trump: risalgono a poco tempo fa le dichiarazioni dell'attrice che invitò gli americani a non votare per l'attuale presidente, definendolo un assassino in riferimento alla gestione dell'emergenza Covid.

Stone torna dunque ad attaccare il leader repubblicano, questa volta soffermandosi sul suo profilo psicologico: "In realtà sento di provare empatia per lui: da come si comporta sembra vittima di una rabbia e di un'insicurezza profonda. Guardo quest'uomo e mi sembra che qualunque siano i suoi traumi, sia ora dedito soltanto alla tortura e a farsi del male da solo e questo sta influenzando anche tante persone che si fanno avanti per correre in suo soccorso".

Anche su questi ultimi, però, l'attrice avrebbe qualcosa da ridire: "È gente che indossa maschere da nazisti, sono vittime anche loro di una cieca rabbia interiore, e quella rabbia deriva dal sentirsi insicuri e poco stimati". Insomma, un quadro davvero devastante quello dipinto da Sharon Stone al Telegraph: dichiarazioni che di certo non alleggeriranno la tensione in vista della prossima tornata elettorale.

FONTE: mashable
Quanto è interessante?
4