Sharon Stone, Paul Verhoeven risponde alle accuse sul nudo di Basic Instinct: Impossibile

Sharon Stone, Paul Verhoeven risponde alle accuse sul nudo di Basic Instinct: Impossibile
di

Durante una recente intervista promozionale al Festival di Cannes, dove si trova per presentare il suo nuovo film Benedetta, il regista Paul Verhoeven ha risposto alle recenti accuse di Sharon Stone riguardo a ciò che avvenne sul set di Basic Instinct.

L'attrice, infatti, ha scritto nel suo libro di memorie "La bellezza di vivere due volte", pubblicato a marzo, che non sapeva che le sue parti intime fossero visibili nella famosa scena dell'interrogatorio del cult con Michael Douglas. "È stato così che ho visto la vagina per la prima volta sul grande schermo, ma molto tempo prima, durante le riprese, mi era stato detto dal regista: 'Nel film non si vedrà niente, ho solo bisogno che tu ti tolga le mutandine poiché il bianco riflette la luce'”, c'è scritto nel libro.

Ora però Paul Verhoeven ha risposto alle affermazioni di Sharon Stone, dichiarando a Variety: "I miei ricordi sono radicalmente diversi da quelli di Sharon, evidentemente. Questa questione non mi fa cambiare idea sul suo lavoro e non ha nulla a che fare con il modo meraviglioso in cui ha interpretato Catherine Tramell. Lei è assolutamente fenomenale in quel film. Abbiamo ancora un rapporto piacevole e ci scambiamo messaggi di testo. Ma, semplicemente, la sua versione dei fatti è impossibile. Sapeva esattamente cosa stavamo facendo sul set. Le dissi che quella scena sarebbe stata basata sulla storia di una donna che avevo conoscevo quando ero uno studente: alle feste non faceva che incrociare le gambe a quel modo, e ovviamente non aveva le mutandine. Quando uno dei miei amici le disse che potevamo vederle la vagina, lei rispose: 'Certo, è per questo che lo faccio'. Io raccontai questa storia a Sharon e insieme decidemmo di mettere nel film una sequenza simile a quella che avevo vissuto."

Per altri approfondimenti guardate il trailer di Benedetta, il nuovo film di Paul Verhoeven.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
3