Marvel

Shang-Chi e il Mandarino potevano debuttare in The Avengers: i dettagli sul retroscena

Shang-Chi e il Mandarino potevano debuttare in The Avengers: i dettagli sul retroscena
di

Chris Fenton, ex presidente della casa di produzione cinese DMG Entertainment Motion Picture Group, ha svelato alcuni retroscena sulla sua collaborazione con i Marvel Studios per lo sviluppo di The Avengers.

Secondo quanto riportato da Bleeding Cool, Fenton ha raccontato nel suo nuovo libro Feeding The Dragon di alcune discussioni con Tim Connors, ex COO dei Marvel Studios, riguardo alla possibilità di introdurre Shang-Chi e/o il Mandarino in una scena post-credi del film di Joss Whedon.

A quanto pare, la compagnia di Pechino riteneva che Shang-Chi fosse la scelta migliore in quanto "bravo ragazzo", mentre una figura negativa come il Mandarino avrebbe potuto infastidire il "Ministero della Propaganda" cinese.

"Il Mandarino sembra e agisce come uno stereotipo cinese dispregiativo" spiega Fenton nel libro. "Non solo ha una barba lunga e spinosa che stira costantemente con le dita, ma parla regolarmente in 'Chinglish' utilizzando dei proverbi cinesi come cliché."

Dopo la non-comparsa in Iron Man 3, il personaggio è ora pronto a fare il suo debutto in Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, pellicola in arrivo a maggio 2021 che lo vedrà interpretato da Tony Leung. La produzione di Shang-Chi, lo ricordiamo, è ripartita proprio in questi giorni dopo diversi mesi di stop causati dalla pandemia. Intanto, Michelle Yeoh sembra avere confermato la sua presenza nel cast.

FONTE: CBM
Quanto è interessante?
2