Secondo Pedro Almodóvar Roma di Alfonso Cuarón è il miglior film dell'anno

Secondo Pedro Almodóvar Roma di Alfonso Cuarón è il miglior film dell'anno
di

Sebbene la calda stagione degli awards sia ancora alle battute iniziali sono già numerosi gli esponenti dell’industria dell’intrattenimento che pronosticano la vittoria su ogni fronte dell’ultimo lungometraggio del regista messicano. Tra i sostenitori di Roma c’è anche un nome illustre, nonché collega di Cuarón, il premio Oscar Pedro Almodóvar.

L'endorsement del filmmaker spagnolo arriva a margine di una proiezione privata di Roma tenuta da Netflix la scorsa notte a Madrid. Queste le parole spese dal cineasta durante il corso della speciale presentazione del film vincitore del Leone d’oro:

È il miglior film dell’anno. Un’opera di due ore da un maestro che travolge gli spettatori”.

Solamente lo scorso Giovedì ai New York Film Critics Circle Awards Roma ha portato a casa ulteriori riconoscimenti nelle categorie miglior film, miglior regista e miglior fotografia, premiazioni che a buon diritto è lecito presumere verranno accompagnate da altrettanti annunci di vittoria in altre future manifestazioni. Lo stesso Guillermo del Toro, regista messicano come Cuarón, presentando il lavoro del collega al 56° New York Film Festival aveva descritto Roma come “il coronamento della carriera di Alfonso fino ad ora. Quando ho visto il film gli ho detto ‘Questo non solo è il tuo miglior lavoro, ma nella mia top cinque è uno dei miei film preferiti di sempre. Ma non montarti la testa: è il numero cinque'”.

La dichiarazione espressa da Almodóvar arriva il giorno prima che Roma venga distribuito nelle sale cinematografiche spagnole. In Italia il film approderà al cinema in 50 sale dal 3 al 5 dicembre, grazie alla distribuzione della Cineteca di Bologna, per poi essere rilasciato in streaming sulla piattaforma Netflix a partire dal 14 dicembre. Il regista si è lamentato recentemente su Twitter della scarsa distribuzione del suo film in Messico, suo Paese natale, a causa della polemica scoppiata fra il gigante dello streaming e il principale operatore cinematografico del paese, Cinépolis, che si è rifiutato di promuovere il film di Cuarón.

Sullo sfondo degli anni '70 in Messico, con i suoi disordini politici e le ribellioni in atto, Cuaron racconta la storia di Cleo, giovane domestica di una famiglia borghese che vive nel quartiere di Roma, a Città del Messico. La famiglia è tenuta insieme da Cleo, e in questa magistrale lettera d'amore alle donne della sua vita, le stesse che lo hanno amato e cresciuto, il regista tenta anche di mostrarci un'affresco straordinario e intenso di un paese in continuo mutamento, raccontando gerarchi sociale e familiari nel mentre degli scontri politici e anche armati.

Roma vede nel cast Marina de Tavira, Yalitza Aparicio, Daniela Demesa, Nancy Garcia Garcia e Jorge Antonio Guerrero. Il film ha conquistato il Leone d’oro alla 75ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, premiato da una giuria presieduta da Guillermo del Toro. Su queste pagine potete già leggere la nostra recensione.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
3