Secondo Joaquin Phoenix Arthur Fleck è il vero Joker

Secondo Joaquin Phoenix Arthur Fleck è il vero Joker
di

Joker non è stato decisamente un film avaro dal punto di vista degli spunti di discussione offerti a critica e spettatori: di innumerevoli aspetti del film di Todd Philips si è parlato fino allo sfinimento prima, durante e dopo l'esordio in sala.

Una delle questioni più battute dai fan di tutto il mondo riguardava l'identità stessa di Joker: inizialmente si ipotizzava infatti che il film potesse essere scevro di riferimenti a Batman, con la figura della celebre nemesi del Cavaliere Oscuro utilizzata come semplice espediente anche allo scopo di dar maggior risalto all'opera.

Così non è stato, come ben sappiamo: Gotham, in Joker, è presenza costante e cupa e presente è anche un Bruce Wayne ancora bambino insieme ai suoi genitori. La questione relativa all'identità di Joker, però, resta lì: visto e considerato che, nel film di Philips, sono i tumulti scatenati proprio da Arthur Fleck a causare la morte dei genitori di Bruce, è possibile che il Joker che conosciamo come villain di Batman sia in realtà non Arthur stesso, ma un suo successore? In caso contrario, infatti, la differenza d'età tra Batman e il suo più odiato nemico sarebbe ben più ampia di quanto tutti fossimo abituati a considerare.

Joaquin Phoenix, però, non sembra avere dubbi: "Per me sì, è lui" ha infatti dichiarato il protagonista del film, aggiungendo però anche che l'equivoco è stato volutamente cercato da lui come da Philips, entrambi intenzionati a lasciare agli spettatori la possibilità di interpretare liberamente la cosa.

Il successo di Joker, intanto, non si ferma: con più di 900 milioni incassati è ufficialmente il film Rated-R di maggior successo della storia. Lo stesso Joaquin Phoenix, in virtù anche di ciò, è tornato a parlare della possibilità di un sequel.