Scontro tra Titani e quel riferimento ai Cavalieri dello Zodiaco voluto dal regista

Scontro tra Titani e quel riferimento ai Cavalieri dello Zodiaco voluto dal regista
di

Questa sera alle 21:05 su Canale 20 di Mediaset verrà riproposto il film epico Scontro tra Titani, che vanta al suo interno un cast ricco di star hollywoodiane che vanno da Liam Neeson a Ralph Fiennes, da Gemma Arterton a Mads Mikkelsen, con anche Nicholas Hoult e Danny Huston. Nella pellicola, il regista ha nascosto un piccolo omaggio...

Nel corso di una intervista riguardo al film, Louis Leterrier, il quale veniva dal suo impegno con il cinecomic L'incredibile Hulk, il film con Edward Norton e secondo capitolo del Marvel Cinematic Universe, ammise di aver reso omaggio a una sua vecchia passione e principalmente a uno dei suoi autori preferiti, ovvero Masami Kurumada, autore del manga I Cavalieri dello Zodiaco.

Nell'intervista, Leterrier ammette di essere un grande fan di quel manga e del suo adattamento in anime, molto celebre anche in Italia per via della rotazione televisiva nel corso degli anni '80 e '90. Nel suo film, Scontro tra Titani, ha perfino inserito un evidente omaggio ai Cavalieri dello Zodiaco, in quanto le armature indossate dagli dei del film le ricordano molto bene. Ricordiamo, inoltre, che lo stesso Masami Kurumada fu contattato dalla produzione del film per collaborare al design dei poster.

Il regista dichiarò poi più volte che la sua ispirazione principale per il combattimento che vediamo alla fine del suo L'incredibile Hulk derivava proprio dall'originale Scontro di Titani, ovvero il film di Desmond Davis del 1981 dal quale è stato poi tratto il suo remake uscito nel 2010. Quel film si avvaleva inoltre della produzione di Ray Harryhausen, celebre effettista statunitense, citato da alcuni dei più grandi registi contemporanei come Tim Burton, Sam Raimi e perfino da case di produzione come la Pixar.

Scontro tra Titani genererà anche un sequel, La furia dei Titani diretto stavolta da Jonathan Liebesman, uscito nel 2012 e che non ottenne lo stesso successo del primo capitolo.

Quanto è interessante?
0