Scomparso Derrick O'Connor, il villain di Arma Letale 2: aveva 77 anni

Scomparso Derrick O'Connor, il villain di Arma Letale 2: aveva 77 anni
di

Poche ore fa è stata diramata la notizia della morte di Derrick O'Connor, il grande attore che ha prestato il suo volto al celebre villain di Arma Letale 2. Aveva 77 anni.

O'Connor è morto venerdì 29 giugno a causa di una polmonite a Santa Barbara, secondo l'annuncio della sua agente Jane Ayer. Nato in Irlanda, l'attore si è fatto notare per il ruolo di Mac nel film Anni '40, John Boorman (1987), ma ha anche interpretato il teologo Tommaso d'Aquino al fianco di Arnold Schwarzenegger in Giorni Contati (1999), Padre Everett, il confidente di Matt Murdock in Daredevil (2003) e un aspirante bucaniere in Pirati dei Caraibi: La Maledizione del Forziere Fantasma di Gore Verbinski (2006).

Il metodo recitativo di O'Connor consisteva nel tagliare - o eliminare del tutto - le proprie battute per enfatizzare gli aspetti fisici dei suoi ruoli, e in questo modo attirò l'attenzione di molti registi importanti. L'attore è infatti noto soprattutto per aver interpretato il villain Pieter Vorstedt in Arma Letale 2 (1989) di Richard Donner e per le collaborazioni con il grande Terry Gilliam: dopo essere apparso come un "contadino cacciatore di volatili" in Jabberwocky (1977), il primo film non-Monty Python di Gilliam, O'Connor è tornato nella parte del ladro Redgrave in Time Bandits (1981) e in quelli di Dowser, uno dei tecnici del riscaldamento nel classico sci-fi Brasil (1985).

Nato a Dublino il 3 gennaio 1941 e cresciuto a Londra, O'Connor è stato un illustre membro della Royal Shakespeare Company e dello Scottish National Theatre, con ruoli da protagonista a Edimburgo, Stratford-on-Avon e nel West End. Ha recitato nelle produzioni britanniche di film come The Knack, The Dumb Waiter e Born Yesterday e ha lavorato con registi di spicco come Mike Leigh e Richard Eyre. Il curriculum teatrale di O'Connor comprendeva anche la regia e la produzione di un'opera di Samuel Beckett e la regia di Rock Justice, scritto dal co-fondatore della Jefferson Airplane Marty Balin.

I funerali si terranno in forma privata a San Francisco.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
6