Schiaffo Will Smith a Chris Rock, la risposta di Ricky Gervais è perfetta

Schiaffo Will Smith a Chris Rock, la risposta di Ricky Gervais è perfetta
di

Dopo la reazione disgustata di Jim Carrey, anche Ricky Gervais è intervenuto sui social per dire la sua sulla polemica innescata dallo schiaffo di Will Smith a Chris Rock nel corso dell'ultima Notte degli Oscar. Il comico britannico ha chiamato in causa il suo personaggio di David Brent di The Office per un commento a quanto accaduto sul palco.

Il comico ha postato una scena della sua acclamata versione britannica di The Office dove il suo odioso personaggio David Brent si rivolge a un gruppo di impiegati sbalorditi: "In particolare per sua moglie. E lei ha l'alopecia. Quindi ... non una vita famigliare felice". Lasciata fuori dalla clip è la prima parte, dove Brent dice: "Conosco qualcuno che è un alcolizzato, e non c'è niente da ridere - in particolare per sua moglie...".

Lo schiaffo di Smith a Chris Rock è arrivato dopo una battuta del comico in riferimento al look rapato della moglie Jada Pinkett Smith (in riferimento a un possibile sequel di Soldato Jane), con quest'ultima che però è affetta da alopecia; non è chiaro se al momento della battuta Rock fosse al corrente delle condizioni di Jada Pinkett Smith.

Gervais ha anche immaginato una possibile conversazione tra Rock e l'Academy dopo l'incidente ancora una volta in maniera esilarante: Chris Rock: "G.I. Jane era un grande film però". Academy: "G.I. Jane non era il bersaglio della battuta, il bersaglio era una donna che soffre di perdita di capelli". Chris Rock: "La prossima volta non menzionerò il film". Academy: "No, non fare battute sui problemi personali delle persone".

Gervais ha più volte sostenuto nel corso della sua carriera di come non esistano battute scorrette o da censurare finché queste siano divertenti; un comico, a suo dire, non dovrebbe preoccuparsi di chi potrebbe risultare offeso dalla battuta.

L'autore di The Office ha anche rivelato cosa avrebbe detto se fosse stato lui a condurre la cerimonia degli Oscar:

"Inizierei con 'Salve. Spero che questo spettacolo aiuti a rallegrare le persone comuni che ci guardano da casa. Se sei disoccupato, per esempio, consolati con il fatto che anche se avessi un lavoro, il tuo stipendio probabilmente non sarebbe alto quanto la borsa di regali che tutti gli attori hanno appena ricevuto" ... e poi: "Sono orgoglioso di annunciare che questo è l'Oscar più vario e progressista di sempre. Guardando fuori vedo persone di tutti i ceti sociali. Ogni demografia sotto il sole. Tranne i poveri, ovviamente. Che si fottano".

Gervais ha sempre detto che rifiuterebbe di condurre gli Oscar perché l'Academy gli darebbe mai il permesso di dire quello che vuole su quel palco.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
9