Gli sceneggiatori di A Quiet Place spiegano perché non sono stati coinvolti nel sequel

Gli sceneggiatori di A Quiet Place spiegano perché non sono stati coinvolti nel sequel
INFORMAZIONI FILM
di

Nel corso di una recente intervista con i colleghi di ComicBook, gli sceneggiatori di A Quiet Place Scott Beck e Bryan Woods hanno spiegato come mai non sono tornati per scrivere lo script di A Quiet Place 2, che hanno lasciato nelle mani del creatore, regista e interprete John Krasinski.

"Come co-creatori essenzialmente del film e del franchise, abbiamo sempre le nostre mani in pasta nella storia", ha detto Beck. "Ma la cosa più divertente è che il film ha fatto talmente tanti soldi l'anno scorso che lo studio ha praticamente annunciato un sequel quasi subito, e la nostra reazione non è stata proprio di entusiasmo. Il fatto è che tutti abbiamo sempre immaginato A Quiet Place come un film autonomo, e anzi la lezione che abbiamo tratto dal realizzare un film come questo è stata che c'è ancora spazio per grandi idee originali al cinema. Quindi la decisione che io e Bryan abbiamo preso è stata quella di rimanere coinvolti, perché è comunque una nostra creatura, ma passivamente. E siamo contenti che John abbia amato questa nuova idea per il sequel e che abbia deciso di scriverlo personalmente."

Beck ha anche aggiunto che lui e Woods si stanno concentrando sulla creazione di un nuovo film originale, ma che qualora il franchise di A Quiet Place dovesse proseguire anche in un ipotetico terzo capitolo, loro saranno sempre coinvolti in qualche misura.

Ricordiamo che le riprese di A Quiet Place 2 sono ufficialmente in corso, con le prime foto dal set che hanno svelato la nuova ambientazione. Il film, scritto e diretto da Krasinski, vedrà il ritorno di Emily Blunt e indagherà le origini degli alieni. Tra le new entry segnaliamo Cillian Murphy e Djimon Hounsou.

La data di uscita è prevista per maggio 2020.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
2