Lo sceneggiatore di IT spiega perché è difficile adattare i romanzi di Stephen King

Lo sceneggiatore di IT spiega perché è difficile adattare i romanzi di Stephen King
di

Nel corso di una recente intervista con CinemaBlend, lo sceneggiatore di It: Capitolo 2 Gary Douberman, che ha esordito alla regia con l'imminente Annabelle 3, ha discusso le difficoltà di portare sullo schermo i romanzi di Stephen King.

Dauberman, al momento sulla cresta dell'onda con la serie Swamp Thing (che ha prodotto e scritto) e al lavoro anche sull'adattamento di Salem's Lot, altro celeberrimo romanzo del re dell'horror, ha spiegato:

"E' un lavoro piuttosto impegnativo, ma diciamo che si tratta principalmente di un processo di editing come ... sapete, quando inizi a lavorarci sai benissimo che non potrai inserire in un film tutte le fottutamente splendide scene contenute in quei libri. In questo ambiente si dice che devi trovare il coraggio di uccidere le cose a cui vuoi bene, ma è molto difficile quando parli dei tuoi libri preferiti. E' una sfida scegliere fra le scene che preferisci. Devi chiederti quali significano di più per la trama, o se c'è una maniera per prendere le idee di due o più scene e unirle in un'unica sequenza. Si tratta di imbrigliare lo spirito del libro, non di copiarlo."

Douberman ha continuato:

"Insomma, là fuori ci sono tanti romanzi con un'idea di base molto forte, che però vengono concepiti male. Quindi in quel caso è perfetto, perché puoi partire dal concetto e gestirlo meglio. Oppure magari hai un bel primo tempo, ma il secondo non è eccezionale, quindi puoi aggiustarlo. Ma nel caso di Stephen King, insomma ... i suoi libri funzionano così bene. C'è una ragione per cui hanno avuto tutto quel successo. Quindi devi lavorarci molto duramente per preservarne lo spirito il più possibile e allo stesso tempo dargli il rispetto che merita."

Infine, lo sceneggiatore si è detto orgoglioso di poter lavorare agli adattamenti dei due romanzi, It e Salem's Lot.

"Essere nel team che ha il compito di portare queste opere sul grande schermo è stata un'esperienza straordinaria per me. Perché, dai, stiamo lavorando su IT o Salem's Lot, e io non voglio ... Cavolo, spero solo che a Stephen King piaceranno. Alla fine della fiera, se lui è d'accordo, allora io ne sarò orgoglioso."

In una precedente intervista, Dauberman aveva definito IT 2 più sanguinoso e terrificante del primo capitolo. Per altri approfondimenti, vi rimandiamo al trailer ufficiale di IT 2.

Quanto è interessante?
8