Scarlett Johansson, quando La mia vita è uno zoo divenne lo spartiacque della carriera

Scarlett Johansson, quando La mia vita è uno zoo divenne lo spartiacque della carriera
di

Stasera torna in tv La mia vita è uno zoo, film del 2011 diretto da Cameron Crowe con protagonisti Matt Damon e Scarlett Johansson, all'epoca già una star consolidata dopo i lavori con Woody Allen, Sofia Coppola, Brian De Palma e Michael Bay nonché fresca new entry del Marvel Cinematic Universe.

La mia vita è uno zoo infatti fu il primo film arrivato in sala dopo il successo mondiale ottenuto con Iron Man 2 di Jon Favreau, nel quale la Johansson venne reclutata per indossare per la prima volta in assoluto i panni della Vedova Nera. L'anno successivo, il 2012, sarebbe poi arrivato il primo The Avengers di Joss Whedon, e in questo senso il film con Matt Damon diventò un vero e proprio spartiacque per la carriera dell'attrice.

Da quel momento, infatti, per l'intero decennio successivo la sua carriera si sarebbe caratterizzata da una costante alternanza tra i doveri da Avenger nel Marvel Cinematic Universe (con apparizioni nei film Captain America: The Winter Soldier, Avengers: Age of Ultron, Captain America: Civil War, Avengers: Infinity War, Captain Marvel e Avengers: Endgame) e altre avventure su set di film estremamente diverse (come Ave, Cesare!, Under The Skin, Ghost in the Shell, Lucy, Crazy Night).

In questo decennio la popolarità della star sarebbe cresciuta a dismisura fino all'ottenimento di un record pazzesco per la storia del cinema, quello della doppia nomination agli Oscar 2020 come miglior attrice protagonista per Storia di un Matrimonio e miglior attrice non protagonista per Jojo Rabbit. Anche per questo abbiamo deciso di eleggerla la miglior attrice degli ultimi anni nel nostro speciale dedicato alle più importanti personalità del cinema del decennio scorso.

Per altri approfondimenti ecco i retroscena sul clamoroso nudo integrale di Scarlett Johansson in Under the Skin.

Quanto è interessante?
1