Santo Keanu Reeves, i fan parlano degli incontri con la star: "Un uomo toccante e buono"

Santo Keanu Reeves, i fan parlano degli incontri con la star: 'Un uomo toccante e buono'
di

Dopo un recente racconto strappalacrime riguardante un autografo di Keanu Reeves, la popolarità del già popolarissimo attore è tornata alle stelle sull'onda dell'entusiasmo per l'uscita di John Wick 3.

Una chiacchierata informale sulla moto con una barista, un occhiolino in un cinema di Sydney e altro ancora: sul web stanno spopolando le "storie di Keanu Reeves", raccontate come veri e propri estratti di un Vangelo. Addirittura il New Yorker ha lanciato un appello ai suoi lettori, chiedendo di condividere le loro storie con il magazine, ma in giro se ne possono trovare moltissime.

Un utente di Twitter, barista, ha ricordato di aver incontrato l'attore 15 anni fa dopo il successo di Matrix (leggete il nostro Everycult su Matrix), definendolo "il più gentile dei clienti. Abbiamo parlato di chitarre, motociclette e scotch per circa 30 minuti", ha scritto.

PJ Quint ricorda di essersi imbattuto in lui a New York: "Ero quasi al mio appartamento, e Keanu stava camminando verso di me. Lo guardo e mi accorgo che mi ha riconosciuto, ha sorriso, mi ha avvicinato e mi ha abbracciato: 'Ehi, come stai?' E' stato un breve momento di connessione, ma non l'ho mai dimenticato."

Lauren Murdoch ha rivelato: "Ho avuto quello stesso momento di connessione in un ristorante di Sydney. Non l'ho mai dimenticato."

L'attrice neozelandese Melanie Lynskey ha detto che ha passato un'intera festa in compagnia di Reeves, a parlare di animali. "Mi ha chiesto se avevo qualche foto del mio cane in costume. Ce le avevo. Dalla mia breve esperienza, posso definirla un'anima davvero bella."

Amanda Meynke ha detto che ha lavorato con Reeves per le riprese del film di John Wick e una volta "mi ha detto con fare timido quanto il mio lavoro significasse per lui. Era incredibilmente gentile con me, mi ha ringraziato così sinceramente, mi ha baciato sulla guancia."

L'autrice australiana Rosie Waterland ricorda invece che, quando era una studentessa universitaria che lavorava in un cinema di Sydney, incontrò Reeves: "Era così dolce, silenzioso, imbarazzato. L'intero cinema lo stava aspettando, io dovevo accompagnarlo sul palco, mi disse: 'Augurami buona fortuna!' Gli dissi: 'Ma non ne avrai bisogno ...' e lui mi guardò, fece l'occhiolino e disse: 'Vuoi scommettere?'".

Amber Robinson ha scritto di aver servito Reeves in un bistrot di Sydney: quel giorno non era previsto il servizio a tavola e bisognava per forza ordinare al bancone, e Robinson ha definito Reeves una persona "molto dolce e super gentile".

Si toccano vette angeliche invece nella storia di una fan che ha raccontato che a metà degli anni '90 vide Reeves suonare con la sua band Dogstar nella capitale dell'Australia Occidentale, Perth: "Gli cadde la bottiglia d'acqua. Io gliela raccolsi, gliela porsi, e in quel momento le nostre mani si toccarono. Mi guardò e mi disse grazie. C'era una sorta di beatitudine nel suo sguardo."

Per caso anche voi avete storie di incontri mistici con Reeves? Fatecelo sapere nella sezione dei commenti!

Quanto è interessante?
9