Roy Disney si spegne a 79 anni.

di

Si è spento all'età di 79 anni Roy Disney, il nipote di Walt Disney. La dipartita del discendente del fondatore della major, secondo quanto riportato da Reuters Italia è stata resa nota dalla stessa Disney:

"Walt Disney Co. ha riferito che la morte è avvenuta all'Hoag Memorial Hospital Presbyterian a Newport Beach, California a causa di un tumore allo stomaco"


Roy iniziò la sua carriera in Disney come assistente alla regia, ed entrò nella Board of Directors nel 1957. Da sempre impiegato in posizioni dirigenziali, è stato il fiero portabandiera delle due celeberrime battaglie "Save Disney", la prima nel 1984 e la seconda nel 2003-2005, in cui si fece paladino degli ideali di creatività osteggiando apertamente le scelte di alcuni dirigenti.
Aspri gli scontri avvenuti negli anni duemila appunto, con il CEO Michael Eisner che, secondo Roy Disney, era colpevole della traformazione della Major in un'entità senza scrupoli ed anima. Eisner infatti fu il maggior e principale responsabile del "raffreddamento" nei rapporti con Steve Jobs e lo studio di sua proprietà, ovvero Pixar, storia che, fortunatamente, ha avuto un lieto fine dato che, come è noto, Pixar è stata acquisità da Disney tramite un passaggio di quote azionarie (in parole povere, Steve Jobs è stato pagato con azioni Disney diventandone il maggior azionista singolo).

La rinascita attuale della Casa di Topolino quindi passa anche per le mani del nipote di Walt Disney.
Curiosamente, la sua scomparsa è avvenuta esattamente dopo 43 anni e un giorno da quella di Walt (deceduto il 15 dicembre del 1966). Sopravvissuto a ben due mogli, ha avuto quattro figli e ben 16 nipoti.

Speriamo che lo spirito pionieristico di Walt e Roy possa continuare a vivere nelle nuove leve.

Quanto è interessante?
0
Roy Disney si spegne a 79 anni.