Netflix

ROMA, Yalitza Aparicio: "Io non sono un'attrice, ma un'insegnate"

ROMA, Yalitza Aparicio: 'Io non sono un'attrice, ma un'insegnate'
di

Yalitza Aparicio, maestra elementare messicana protagonista di Roma, ha raccontato di aver fatto il provino per il film di Alfonso Cuaron solo perché sua sorella all'epoca era incinta e non era in grado presentarsi nonostante lo desiderasse.

Nessuna delle due aveva mai recitato prima di allora, ma sua sorella maggiore desiderava disperatamente sapere come sarebbe stato partecipare all'audizione del film di un regista così importante, quindi chiese a Yalitza di candidarsi al posto suo. A raccontarlo è stata proprio la ventiquattrenne messicana nel corso di una recente intervista promozionale.

"Non volevo fare i provino", ha detto la Aparicio. "Mia sorella mi ha spinto perché, nella nostra comunità, non era mai venuto nessuno a chiederci di essere in un film". Aparicio ha superato la prima audizione, poi la seconda e, infine, mesi dopo, anche la terza. Ora, da maestra elementare potrebbe ottenere addirittura una candidatura all'Oscar 2019.

In Roma, nuovo film di Alfonso Cuaron (girato in bianco e nero) siamo nei primi anni '70 e una famiglia apparentemente felice della classe medio-alta implode improvvisamente da un giorno all'altro a causa di un tradimento. Allo stesso tempo, sul Messico si scatenano le rivolte studentesche, cui seguirà un massacro da parte dell'esercito.

L'opera è la storia dell'infanzia del regista Cuaron ed è interamente la sua visione - che ha scritto, diretto, montato, girato e prodotto. Ma questo dietro la cinepresa. Davanti alla cinepresa, invece, la protagonista assoluta è proprio la Aparicio, che interpreta la tata della famiglia, Cleo: è la rappresentazione della vera tata di Cuaron, e tutto il film è raccontato dal suo punto di vista.

Prima di scoprire dei provini da sua sorella, la ragazza non aveva mai sentito parlare di Alfonso Cuaron, nonostante sia uno dei più importanti cineasti che il suo Paese abbia mai visto. "È stato solo quando sono andata al mio casting finale che ho avuto modo di incontrare Alfonso, anche se non ha fatto nessuna differenza per me perché non avevo la minima idea di chi fosse o del suo ruolo nell'industria cinematografica."

Quando ha avuto la parte, l'attrice si è sentita "felice, ma nervosa allo stesso tempo perché non avevo idea se sarei stata in grado di ottenere quello che mi era stato chiesto da Alfonso. Ero anche un po' triste, a dirla tutta, perché di lì a poco avrei dovuto iniziare a lavorare come insegnante e il film me lo avrebbe impedito."

La ragazza ha ammesso di aver trovato molte somiglianze fra lei e il personaggio di Cleo, cosa che l'ha aiutata non poco. "Le nostre vite erano simili. Eravamo entrambe poveri, e volevamo entrambe andare a Città del Messico per migliorare la vita della nostra famiglia. Mia madre faceva la tata, come Cleo. Oggi fa ancora la domestica. Quando ero più giovane, spesso e volentieri la aiutavo a finire prima con le faccende. Con i soldi che guadagnerò dal film la aiuterò, non voglio che continui a fare la domestica perché è un lavoro faticoso e sta diventando vecchia. Lei è la mia priorità, dopo di che probabilmente comprerò qualcosa per me!", ha scherzato.

Dopo tutto si è ispirata a sua madre per interpretare Cleo, come ha riflettuto: "Volevo essere come mia madre; forte come lei. Lei era il mio modello di riferimento. Il film è come un tributo a queste donne invisibili che sono sempre lì nelle case altrui, a prendersi cura dei bambini degli altri, e alla fine imparano a voler bene a quei bambini come se fossero loro."

Sulla possibilità di vincere l'Oscar, la donna impallidisce. "Mi sembra lusinghiero, ma a dire il vero sono già grata per tutto quello che ho potuto vedere, per i posti che ho visitato, soprattutto per le parole gentili che ho letto su di me e sul film. Questo è sufficiente per me. Mia madre mi dice solo di godermi tutto."

La Aparicio ha continuato: "Mi piacerebbe avere l'opportunità di fare altri film, ma la cosa mi spaventa devo ammetterlo. Non solo la fama, ma anche approcciarsi ad un altro regista. Immagino che ognuno abbia il proprio modo di lavorare, di trattare gli attori. La cosa mi fa un po' paura. Soprattutto perché non penso di essere un'attrice, non ho studiato per essere un'attrice e non so cosa potrebbe pensare la gente. Credo di essere un'insegnante, prima di tutto."

Roma arriverà su Netflix dal 14 dicembre.

Quanto è interessante?
1

Gli ultimi Film in uscita in Homevideo BluRay e DVD li trovi in offerta su Amazon.it.

Roma

Roma
  • Distributore: Netflix
  • Genere: Drammatico
  • Regia: Alfonso Cuaròn
  • Interpreti: Marina de Tavira, Marco Graf, Yalitza Aparicio, Daniela Demesa
  • Sceneggiatura: Alfonso Cuaròn
  • +

Quanto attendi: Roma

Hype
Hype totali: 22
77%
nd