Rogue One: Gareth Edwards era nervoso all'idea di dover riportare un personaggio

di

Sono molti i personaggi della saga di Star Wars che appaiono all'interno di Rogue One: A Star Wars Story, ma il regista Gareth Edwards era molto nervoso all'idea di riportarne uno in particolare.

( Attenzione: rischio Spoiler se non avete visto il film!) Uno dei punti più discussi di Rogue One: A Star Wars Story è stata sicuramente la decisione di riportare in vita un attore in computer grafica, ovvero il leggendario Peter Cushing che ha reinterpretato digitalmente il ruolo di Grand Moff Tarkin che era stato suo in Una Nuova Speranza. Il film, che è stato apprezzato quasi all'unanimità tra critica e pubblico, ha visto nell'utilizzo di questa tecnologia un punto a sfavore, almeno per i fan più appassionati che hanno notato quanto questa nuova tecnologia abbia abbassato il livello generale di alcune scene. Un rischio indubbiamente, che a quanto pare preoccupava anche lo stesso regista Gareth Edwards.

In una recente intervista, Gareth Edwards ha dichiarato che era molto nervoso all'idea di dover riportare in vita Peter Cushing, ma che si è convinto alla fine che poteva essere fatto e che Tarkin avrebbe potuto vivere una nuova vita digitale. Il regista ha anche rivelato qualche trucco che i ragazzi della Industrial Light and Magic hanno usato per creare questa magia, nel video qui sotto.

Quanto è interessante?
0