Roger Deakins: i 10 film preferiti del più grande Direttore della Fotografia

Roger Deakins: i 10 film preferiti del più grande Direttore della Fotografia
di

Forse non il più grande di sempre, ma sicuramente uno dei più grandi del cinema contemporaneo. Roger Deakins è uno dei pochi DoP per cui, in alcuni casi, conta più la sua filmografia che quella dei registi con cui ha lavorato: 1917, Blade Runner 2049, Non è un paese per vecchi. Ma oggi, vediamo invece i suoi film preferiti fatti da altri.

Pari merito giusto a Emmanuel Lubezki, Roger Deakins è davvero il più grande di tutti attualmente in attività, fra i Direttori della Fotografia. Sicuramente uno dei pochi per cui, dicevamo, si risalga la cinematografia fin dagli albori, così da recuperarla per intero. Normalmente si fa con attori o registi particolarmente amati, ma considerando che lui ha lavorato un po’ con tutti, trasformare la sua filmografia in una watchlist obbligatoria significa imbattersi in alcuni dei più grandi film degli ultimi venti o trent’anni. Che lo diventarono, spesso, soprattutto grazie al suo contributo.

Roger Deakins è stato, per anni, anche il malcapitato protagonista di uno dei più grandi scandali dell’Oscar. In confronto, Leonardo DiCaprio è stato fortunato. A partire dalla fine dal 1995, è stato candidato a Miglior Fotografia ben 15 volte in 26 anni, vincendo solo le ultime due. Molte furono consecutive anche per diversi anni di fila, nel 2008 ne ottenne addirittura due (e nessuna statuetta) per L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford di Andrew Dominik e Non è un paese per vecchi dei Fratelli Coen. Ha stabilito collaborazioni ricorrenti con questi ultimi, con Sam Mendes e con Denis Villeneuve. Gli ultimi due gli hanno consegnato l’insperato riconoscimento con Blade Runner 2049 e 1917.

Ma per Roger Deakins non è tutta estetica, come il suo mestiere potrebbe far pensare e come invece ha dichiarato in un’intervista di qualche anno fa: per lui è questione di grande cinema. E proprio negli stessi mesi, infatti, condivise una sua Top 10 riaffiorata di recente e ricondivisa da Mubi. Da notare come al primo posto compaia Il mucchio selvaggio di Sam Peckinpah, che aveva come attore culto LQ Jones appena deceduto. Trovate la lista scritta di suo pugno nell’immagine in calce all’articolo:

  1. Il mucchio selvaggio (1969) di Sam Peckinpah
  2. Come and See (1985) di Elem Klimov
  3. La dolce vita (1960) di Federico Fellini
  4. Dr. Strangelove (1964) di Stanley Kubrick
  5. Frank Costello faccia d’angelo (1967) di Jean-Pierre Melville
  6. L’armata degli eroi (1969) di Jean-Pierre Melville
  7. C’era una volta il West (1968) di Sergio Leone
  8. Rocco e i suoi fratelli (1969) di Luchino Visconti
  9. Professione: reporter (1975) di Michelangelo Antonioni
  10. Paris, Texas (1984) di Wim Wenders

L’ultimo progetto annunciato di Roger Deakins è Empire of Light di Sam Mendes, in fase di produzione attualmente sconosciuta. Quanti dei film elencati avete visto? Quali vorreste vedere da sempre ma non trovate mai il tempo? Ditecelo nei commenti!

Quanto è interessante?
3