Rocky 4, Dolph Lundgren spedì Stallone in terapia intensiva: ecco come

Rocky 4, Dolph Lundgren spedì Stallone in terapia intensiva: ecco come
INFORMAZIONI FILM
di

Nella lunga saga cinematografica di Rocky, che conta attualmente sei capitoli principali e due sequel spin-off con Creed, sicuramente Rocky IV è tra i più amati film della serie con protagonista Sylvester Stallone nei panni del combattivo pugile, anche se per l'attore ha significato anche 8 giorni in terapia intensiva.

Avete capito bene: durante le riprese del quarto capitolo, Stallone finì ospedalizzato in terapia intensiva per più di una settimana. I fan della saga conoscono perfettamente la storia, ma per chi non ne fosse a conoscenza, morso dal mostro della curiosità, sappiate che a spedirlo sul lettino d'ospedale fu direttamente Dolph Ludgren, interprete di Ivan Drago.

In pratica, Stallone - sceneggiatore, regista e produttore del film - voleva cogliere al meglio il realismo del combattimento, e sia lui che Lundgren convennero di impegnarsi al massimo nell'incontro. Talmente al massimo, che un potentissimo pugno dell'attore colpì troppo forte il petto di Sly, facendo toccare il cuore con lo sterno. Affetto da respiro affannato e una pressione superiore a 200, è stato immediatamente trasportato dal set in Canada al Saint John's Regional Medical Center a Santa Monica, dove è stato costretto a una terapia intensiva sotto osservazione per otto giorni.

Stallone commentò in seguito che a suo avviso Dolph Lundgren aveva l'abilità atletica e il talento per combattere nella divisione dei pesi massimi della boxe.

Quanto è interessante?
5