Rocketman, Elton John rivela: "Alcuni studios lo volevano con meno sesso e droga"

Rocketman, Elton John rivela: 'Alcuni studios lo volevano con meno sesso e droga'
di

Quando mancano ormai pochi giorni all'arrivo nelle sale di Rocketman, il biopic su Elton John, è proprio questi a svelare alcuni dietro le quinte della lavorazione del film.

John in particolare ha parlato di quali fossero le intenzioni degli altri studios presi in considerazione per portare al cinema la storia della sua vita e di come alcuni avessero in mente un prodotto molto più simile a Bohemian Rhapsody, ovvero una visione più edulcorata della storia. "Alcuni studios volevano ridurre la finestra in cui parliamo di sesso e droghe, così da ottenere un visto censura da PG-13. Il fatto è che io non ho avuto una vita da PG-13", ha commentato Elton John attraverso un articolo pubblicato sul Guardian. "Non volevo nemmeno un film strapompato di sesso e droghe, ma che fosse equo nel gestirle, tutti sanno che ne ho avuto parecchie di entrambe nel corso della mia vita, tra gli anni '70 e gli '80, quindi non vedevo proprio il punto di fare un film nel quale dopo ogni concerto tornavo nella mia stanza d'hotel con solo un bicchiere di latte caldo in mano e una Bibbia di Gideon a farmi compagnia".

Elton ha poi aggiunto: "L'intera esperienza di guardare qualcun altro che interpreta te stesso sullo schermo, di vedere cose che conosci accadere nuovamente di fronte ai tuoi occhi, è molto strana, anche sconcertante, come fare un sogno a occhi aperti. E la storia di come sono finito in un cinema, piangendo alla vista della mia famiglia 60 anni fa è lunga e controversa. E inizia, naturalmente, con una donna transgender nuda con delle scintille che schizzano fuori dalla sua vagina".

John ha poi parlato del suo rapporto con Taron Egerton, conosciuto al tempo delle riprese di Kingsman: Il Cerchio d'Oro. "Quando ho saputo che sarebbe stato il protagonista del film gli ho dato i miei diari da leggere. E' venuto a casa mia, abbiamo ordinato da mangiare, e glieli ho mostrati. Sapevo che Taron fosse la persona giusta quando l'ho sentito cantare 'Don’t Let the Sun Go Down on Me'. Pensai fosse davvero importante che chiunque mi avesse interpretato non facesse un lavoro di lip-sync, non provasse a imitarmi. Volevo fosse lui a cantare davvero le canzoni e Taron aveva già cantato la mia 'I’m Still Standing' nel film Sing in maniera brillante".

Il prossimo ottobre arriverà nelle librerie l'autobiografia di Elton John, intitolata Me. Rocketman approderà nelle sale italiane il 29 maggio prossimo, dopo la presentazione avvenuta a Cannes in cui Elton ed Egerton hanno duettato insieme ancora una volta.

FONTE: Guardian
Quanto è interessante?
2