Robin Hood - Principe dei Ladri, perché Alan Rickman rifiutò il film per ben due volte?

Robin Hood - Principe dei Ladri, perché Alan Rickman rifiutò il film per ben due volte?
di

Quanti sono i ruoli memorabili per cui ricordiamo Alan Rickman? L'elenco è di quelli importanti, ma siamo sicuri che un posto tra i vari Severus Piton e Hans Gruber sia riservato allo Sceriffo di Robin Hodd - Principe dei Ladri, il film con Kevin Costner che, però, non convinse immediatamente la futura star di Harry Potter.

Rickman, a dirla tutta, risultò all'inizio piuttosto reticente all'idea di accettare il ruolo, arrivando a rifiutare l'offerta della produzione per ben due volte: pare, infatti, che l'attore di Love Actually avesse intenzione di metter mano personalmente alla scrittura del suo personaggio, pretendendo quindi una maggior libertà da parte dei produttori.

Libertà che fu negata al buon Alan per ben due volte, prima che la produzione si decidesse (oseremmo dire saggiamente) a cedere alle richieste dell'attore, che avrebbe quindi influito non poco sulla realizzazione di un villain diventato immediatamente iconico anche grazie, neanche a dirlo, ad alcune battute completamente improvvisate da Rickman (tra cui la celebre "Locksley! Ti strapperò quel maledetto cuore con un cucchiaio").

Cosa ne dite? Credete sia stata una buona scelta quella di andare incontro alle richieste di Alan Rickman? Diteci la vostra nei commenti! Qui, intanto, trovate la nostra recensione di Robin Hood - Principe dei Ladri.