Robert Rodriguez alquanto vago sul remake di 1997: Fuga da New York

Robert Rodriguez alquanto vago sul remake di 1997: Fuga da New York
di

Il regista statunitense è da diverso tempo considerato come il candidato più vicino alla regia del remake di 1997: Fuga da New York, lungometraggio di fantascienza diretto dal filmmaker John Carpenter e uscito nelle sale cinematografiche di tutto il mondo nel 1981.

A quanto pare Rodriguez non è interessato a confermare o a smentire le voci di corridoio che lo vorrebbero in cabina di regia per il rifacimento dell’opera cult di Carpenter. Nel film l’attore Kurt Russell interpretava Snake Plissken, un pericoloso criminale inviato in una futuristica prigione della città di New York per salvare il presidente. L’influenza di questo prodotto è durata nel corso degli anni ed è divenuta nel tempo una di quelle pellicole appartenenti al genere cult, al punto tale da ispirare anche altre saghe come Cloverfield o la serie videoludica di Metal Gear Solid del visionario Hideo Kojima.

È da circa dieci anni che trapelano in diversi periodi intervallati rumor circa lo sviluppo del remake di 1997: Fuga da New York, con nomi di registi e attori legati al progetto ma mai confermati in via ufficiale. Al momento l’ultima bozza della sceneggiatura è ad opera di Neil Cross (Luther), approvata persino dallo stesso John Carpenter lo scorso anno.

Un report nel 2017, prontamente segnalato anche sulle pagine di Everyeye, voleva Robert Rodriguez (Alita - Angelo della battaglia) quale frontrunner per il ruolo dietro la macchina da presa, sebbene la notizia non fosse mai stata confermata. Tuttavia, durante un Q&A tenutosi nel corso di un incontro per il suo ultimo lavoro destinato al grande schermo, gli è stato chiesto a tal proposito un eventuale aggiornamento circa il suoi coinvolgimento con l’opera di Carpenter:

Beh, non posso dirlo. Sono un grande fan di Fuga da New York. Mi divertono i rumor, mi piacerebbe girare Fuga da New York. È stato il primo film che mi ha motivato alla regia”.

La linea adottata dal regista, dunque, sembra essere alquanto neutra, pertanto non ci resta che attendere prossime news sull’argomento.

Nello script redatto da Neil Cross la prigione di New York verrà trasformata in un lucente posto utopistico vigilato da A.I. e droni. Snake, in questo rifacimento, avrà 11 ore per completare la sua missione prima che una enorme tempesta colpisca la città.

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
1