Robert Eggers si rivolge ai fan in quarantena: "Non ubriacatevi come in The Lighthouse"

Robert Eggers si rivolge ai fan in quarantena: 'Non ubriacatevi come in The Lighthouse'
di

The Lighthouse è finalmente arrivato in Italia, a poco più di un anno dalla sua presentazione a Cannes 2019 e comunque solo in digitale, eppure i fan nazionali possono finalmente godere di uno dei film più belli dello scorso anno, scritto e diretto da Robert Eggers, autore che lancia oggi un divertente appello ai fan.

Nel film si assiste infatti a un lento e pesante deterioramento psicologico dei protagonisti interpretati da Robert Pattinson e Willem Dafoe, questo a causa di tanti fattori interni ed esterni ma anche al grandissimo uso e abuso di alcool, sempre presente o quasi in scena. Raggiunto a distanza dai microfoni di GQ durante la sua quarantena a Belfast con la famiglia, Eggers ha confessato si sperare che The Lighthouse e stia fungendo da racconto positivo per gli spettatori costretti in casa.

In altre parole, di sperare che non si ubriachino come i suoi protagonisti: "Non sono presente sui social media, ma sono consapevole delle molte notizie su The Lighthouse che stanno girando ultimamente. E sono lieto di poter fare qualcosa in questo difficile momento. Immagino che il film possa anche essere una sorta di ammonimento. Mi auguro che vedendolo tutti possano pensare 'non tenterò di bere quei livelli assurdi di trementina'".

L'alcool era così presente nella sceneggiatura, compagno dei protagonisti della storia, che Robert Pattinson tentò anche di ubriacarsi in malo modo per diverse scene, così da rispettare i cardini del suo personaggio in modo perfetto, con dei risultati non proprio eccelsi per la sua salute.

Avete già letto il nostro speciale sull'estasi e l'ascesa nel cinema di Robert Eggers?

FONTE: Indiewire
Quanto è interessante?
1