Robert Downey Jr. non voleva che Tony Stark morisse: perché cambiò idea?

Robert Downey Jr. non voleva che Tony Stark morisse: perché cambiò idea?
di

Il 17 ottobre 2023 si è tenuto l'anniversario della morte di Iron Man in Avengers: Endgame, e molti fan non riescono ancora a capacitarsi della tragedia; eppure, la dipartita del personaggio poteva essere evitata: Robert Downey Jr., infatti, era del tutto contrario alla morte di Tony Stark!

A ricordare le parole dell'attore sono stati i fratelli Russo. "Abbiamo presentato a Robert il suo arco narrativo" hanno dichiarato. "Non potevamo fare altrimenti, perché ha dato il via all'intero Marvel Cinematic Universe. Così ci siamo incontrati e gli abbiamo presentato la nostra proposta. Molti attori non hanno alcuna opinione sulle nostre scelte: gli basta sapere che abbiamo il controllo delle loro storie, li stiamo indirizzando verso la strada più giusta e sappiamo dove andranno a parare. Così nutrono fiducia nei nostri confronti".

Non è il caso di Downey Jr: egli era in disaccordo con la loro decisione, ma, alla fine, non ha potuto che accettarla. "Alcuni dei più grandi sviluppi narrativi nella storia del cinema" ha aggiunto, "sono avvenuto proprio negli ultimi cinque anni, grazie alla Marvel. Mi sento benissimo, perché sono in ottime mani. La storia continua".

In seguito avrebbe recitato nel fallimentare Dolittle e nel ben più celebre Oppenheimer, diretto e co-prodotto da Christopher Nolan. In molti ritengono che la sua interpretazione di Lewis Strauss riuscirà a garantirgli il Premio Oscar come miglior attore non protagonista.

Rivedremo ancora il supereroe nel MCU? È ancora presto per dirlo, ma un indizio lascia ben sperare: Robert Downey Jr. ha firmato per tornare nella Marvel nei panni di Iron Man e, in particolare, nella Saga del Multiverso.