Ridley Scott: al Festival di Venezia sarà premiato con il Glory to the Filmmaker Prize

Ridley Scott: al Festival di Venezia sarà premiato con il Glory to the Filmmaker Prize
di

The Last Duel di Ridley Scott è stato selezionato per la Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, dove parteciperà nella rassegna dei titoli fuori concorso, ma l'acclamato regista britannico riceverà comunque un riconoscimento personale.

In questi minuti è stato annunciato infatti che Ridley Scott sarà insignito del Premio Cartier Glory to the Filmmaker al 78esimo Festival di Venezia, che si terrà dall'1 all'11 settembre. Il premio, precedentemente sponsorizzato da Jaeger-LeCoultre, è "dedicato ad una personalità che ha dato un contributo particolarmente originale all'industria cinematografica contemporanea". La cerimonia di premiazione per Scott si svolgerà venerdì 10 settembre 2021 in Sala Grande (Palazzo del Cinema) alle 21:15, prima della proiezione del suo nuovo film, The Last Duel, con Matt Damon, Adam Driver, Jodie Comer, e Ben Affleck.

Il Direttore della Mostra del Cinema di Venezia Alberto Barbera ha dichiarato: “Il suo personale approccio al cinema di genere, che riesce a conciliare le esigenze dello spettacolo, le aspettative del grande pubblico e le richieste della critica, è l'elemento più distintivo del cinema di Ridley Scott. Se avesse diretto un solo film, il regista inglese – che ha esordito al cinema a 40 anni con The Duellist, prima di catturare l'attenzione del grande pubblico con il successo mondiale di Alien – si sarebbe comunque guadagnato il posto che gli spetta nell'Olimpo dei grandi registi del cinema contemporaneo grazie a Blade Runner, il film più influente della fantascienza moderna, diventato un punto di riferimento per i decenni a venire. Durante la sua straordinaria e prolifica carriera, che conta poco meno di trenta film completati con sorprendente frequenza, Scott ha dimostrato la sua capacità di navigare con facilità nei generi più disparati, iniettando nuova linfa vitale in ognuno di essi. In Thelma & Louise sembrava anticipare con anni di anticipo il dibattito odierno sulla condizione delle donne e la loro coazione ad affermarsi. Ne Il Gladiatore ha fatto rivivere il genere cappa e spada, che era stato abbandonato alla fine degli anni '60, mentre in Black Hawk Down ha imposto un nuovo, sorprendente standard nel realismo dei film di guerra. In The Martian, infine, ha introdotto con successo toni di commedia leggera in una situazione tipicamente distopica. I suoi indiscutibili meriti includono lo straordinario talento visivo e il gusto pittorico che ha dimostrato nella creazione di sontuose immagini barocche e graficamente maestose, accompagnate da un talento raro e inestimabile per la regia degli attori”.

The Last Duel uscirà nei cinema italiani dal prossimo 14 ottobre, mentre a novembre Ridley Scott tornerà al cinema con il suo nuovo (nuovo) film, House Of Gucci. Il regista sta anche lavorando ad un terzo lungometraggio, Kitbag con Joaquin Phoenix, nel quale narrerà la storia di Napoleone Bonaparte.

Quanto è interessante?
1