Ricky Martin interviene per la prima volta dopo le accuse: "La verità ha vinto"

di

Nei giorni scorsi Ricky Martin è stato accusato di molestie dal suo nipote 21enne Denis Yadiel Sanchez e ora, che il finalmente il caso è stato chiuso, il celebre cantante portoricano ha deciso di parlare per la prima volta, dopo aver rischiato addirittura 50 anni di carcere.

Durante l'udienza preliminare infatti, il ragazzo ha ritirato le accuse nei confronti di suo zio e così il Re del Pop Latino ha espresso tutta la sua gioia per la definitiva interruzione del processo in cui a suo avviso, la giustizia avrebbe fatto il suo corso.

Intervenuto sui social Ricky Martin ha scritto: "La verità ha vinto", parole a cui si aggiunge la dichiarazione congiunta dei suoi avvocati che sottolineano la massima soddisfazione per la definitiva chiusura del caso: "Come avevamo anticipato, l'ordinanza non è stata prorogata dalla Corte. L'accusatore ha confermato che la sua decisione di archiviare la questione era solo sua e che non ha subito alcuna influenza o pressione esterna, e l'accusatore ha confermato di essere soddisfatto del supporto legale ricevuto".

Apparso per la prima volta davanti alla telecamere Martin ha poi detto: "Ho davvero bisogno di parlare per poter iniziare il mio processo di guarigione. Per due settimane non mi è stato permesso di difendermi perché stavo seguendo una procedura in cui la legge mi obbligava a non parlare finché non fossi davanti a un giudice. Grazie a Dio è stato provato che queste affermazioni sono false, ma vi dirò la verità. È stato molto doloroso. È stato devastante per me, per la mia famiglia, per i miei amici. Non lo auguro a nessuno. A chi ha mosso contro di me queste accuse, auguro il meglio. E vorrei che trovasse l'aiuto di cui ha bisogno per poter iniziare una nuova vita piena di amore, verità e gioia e che non faccia del male più a nessun altro".

Quanto è interessante?
3